Accettare la realtà

Molti dei "personal finance" bloggers che seguo suggeriscono settimanalmente un elenco di articoli ed opinioni che vale la pena leggere. La scorsa settimana in diversi hanno segnalato "Your Brain Wasn't Built to Handle Reality" edito da Barry Ritholtz su Bloomberg.

L'articolo riassume brevemente una rassegna di pregiudizi e distorsioni percettive molto comuni tra gli esseri umani che ci portano a credere quello a cui vogliamo credere, indipendentemente dalle prove a nostra disposizione.

La premessa dell'articolo è affascinante: il 74% degli elettori Repubblicani credono che gli uffici di Donald Trump fossero sotto sorveglianza da parte del governo nei mesi precedenti l'elezione, nonostante la Casa Bianca non abbia saputo, almeno finora, offrire alcuna prova delle affermazioni di Trump e le agenzie di intelligence lo abbiano smentito.

Ovvero, milioni di persone credono a qualcosa di cui, almeno per ora, non c'è prova. O peggio, per ora tutte le prove sono del contrario. Non è pazzesco? Cosa porta così tanti a crederci lo stesso?

Sono anni che sono affascinato dalle implicazioni pratiche dei pregiudizi cognitivi che affliggono gli esseri umani e naturalmente cerco di dotarmi degli strumenti per combattere la mia umana incapacità di accettare e gestire la realtà.

Siccome non sono un gran cultore del pensiero filosofico, non mi preoccupo molto di politica o religione. Piuttosto, focalizzo le mie energie sulle cose che posso controllare e mi concentro affinché la mia natura imperfetta non mi porti a sabotare la gestione delle mie stesse finanze o del mio lavoro.

Anche se con alterni successi, credo di essere comunque riuscito a fare meglio di come i miei istinti mi avrebbero condotto.

In ogni caso, se queste righe vi hanno incuriosito, vi suggerisco di leggere l'articolo di Ritholtz tradotto in Italiano sul Post.it: Non siamo fatti per accettare la realtà.

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci