Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2016

Che anno è stato il 2016

Le testate giornalistiche evidenziano sempre il peggio, la tragedia, l'orrore, la distruzione, il pericolo, la minaccia.

Come esseri umani, siamo irrimediabilmente attratti dalla paura, dal sensazionalismo, dallo scandalo. Ci vuole una buona dose di autocontrollo e determinazione per concentrarsi su quanto c'è di buono in ciò che ci circonda.

Ho apprezzato il post di Angus Hervey su Medium: 99 ragioni per cui il 2016 è stato un grande anno per l'umanità perché mi ha aiutato a vedere il 2016 con un'ottica positiva.

Non è un caso che Hervey abbia scritto questo articolo, visto la missione che si è dato sul suo blog è: "I write a fortnightly newsletter that showcases stories of human progress from around the world." Ovvero "Scrivo una newsletter ogni due settimane per raccontare storie del progresso dell'umanità nel mondo"

Ho selezionato 3 tra le ragioni elencate da Hervey per dire che questo 2016 non è stato tutto male:
Il livello di acidità nell&#…

Come che cambiano e cose che restano

Immagine
Il 2016 è quasi passato, le giornate lentamente ricominciano ad allungarsi. Ci sono mille cose che potrei raccontare di questo anno pieno di avvenimenti, ma ne ho scelte tre piccole che descrivono un arco di cambiamento senza toccare le cose più importanti e private.


Le cuffie
In questa foto scattata l'ultimo giorno prima della pausa Natalizia, vedete le cuffie che usavo in ufficio per ascoltare musica e isolarmi dalla confusione che spesso mi circonda.

Dopo oltre 6 anni di fedele servizio, uno degli auricolari ha smesso di funzionare e ho dovuto buttare via le cuffie. Sigh.

Sullo sfondo si vede la mia scrivania, con il Macbook Air che uso da anni. È dall'estate 2015 che potrei averne uno nuovo ma finora non ne avevo sentito il bisogno. Una brutta ammaccatura procurata in viaggio mi ha fatto cambiare idea e credo che lo cambierò a Gennaio.

Si vede anche una pirofila piena di tortine mochi, un dolce di ricetta giapponese che Jenny aveva cucinato la sera prima e che ho portato in…

Un gran complimento che mi è stato rivolto oggi

Immagine
Per coincidenza, oggi sono uscito dall'ufficio insieme ad uno dei manager nel mio team. Ha notato che non aveva visto il mio Vespino nel parcheggio stamattina e mi ha chiesto se ero venuto in macchina. Rispondo che sono venuto a lavoro in auto perché poi dovevo passare a prendere il bambino da scuola.

Sa che abbiamo comprato una macchina nuova di recente, mi chiede dove l'ho parcheggiata.

Ho risposto che io guido quella vecchia e che non ho in programma di cambiarla finché non si rompe irrimediabilmente. Una Lexus RX300 del 1999. Diciassette anni di automobile. La porta del guidatore non si apre più, stiamo aspettando una parte per farla aggiustare, quindi devo salire in auto dalla parte del passeggero.

Ride. Dice: "Frugale. Questo è il tipo di persona giusta per gestire le finanze del gruppo."

Non l'ha detto perché sono il suo capo. L'ha detto perché è il manager del team di analisti che mi aiutano a gestire il budget e a quanto pare pensa che non sono uno …

Una ragione per comprare casa a cui (credo) non avevo pensato

Leggendo il post di uno dei blog che seguo regolarmente ho scoperto una ragione per comprare casa a cui non ricordo di aver mai pensato.

Il post è Reasons to buy a house instead of renting sul blog di Monevator. Uno dei paragrafi dice "The end is insight", ovvero "la fine è vicina"

Traduco dal'articolo.

Può sembrare che un mutuo da 25 o 30 anni non possa finire mai. Ma in realtà, prima o poi, sarà completamente pagato e si potrà vivere in casa senza dover pagare la rata del mutuo o un affitto.

In questo contesto, pagare un mutuo è come risparmiare per una pensione. Se il prezzo di mercato di un affitto $800 al mese, allora finire di pagare il mutuo è l'equivalente di aver risparmiato il pagamento dell'affitto da quel momento.

Con l'aumentare delle aspettative di vita, i benefici di finire di pagare un mutuo aumentano di conseguenza. Chiaramente dipende tutto sulla tua età e su quanto ti aspetti di vivere.

Se hai 40 anni e contrai un mutuo a 30 anni…

Dangerous times

Mi sono imbattuto nella traduzione di un breve scritto di Stephen Hawking pubblicata da Repubblica: Le élite imparino l'umiltà o il populismo sarà trionfante.

Ecco la versione originale pubblicata da Hawking sul suo blog: This is the most dangerous time for our planet.

È solo una coincidenza, ma mi trovo di nuovo a scrivere di come l'umanità sia in bilico tra il conseguire un progresso rivoluzionario o una rivoluzione autodistruttiva.