Il lato positivo e il lato preoccupante

Ieri i risultati delle elezioni americane hanno sorpreso tantissime persone, incluso il sottoscritto.

Il lato positivo di una presidenza Trump è che mi è sempre piaciuto ascoltare i discorsi pubblici di Michelle Obama e potrò riascoltarli per almeno altri quattro anni.

Il lato preoccupante è che continuo a ripensare al video di cui avevo scritto a inizio Ottobre in cui il fisico teorico Michio Kaku descrive quello che ho poi scoperto essere la "Scala di Kardasev", un metodo di classificazione delle civiltà.

Gli umani sono ancora una società di tipo 0 ma stanno già sviluppando tecnologie di tipo I, ovvero tecnologie che usano risorse a livello planetario. Cose tipo internet; l'uso dell'Inglese come lingua franca per la scienza ed il business; grandi unioni di stati; musica, sport, fenomeni culturali di livello globale (Olimpiadi, alta moda, Lady Gaga). Questi sviluppi portano alla creazione di società multi-culturali, tolleranti, guidate dalla scienza.

Ma dobbiamo stare attenti, ci ricorda Kaku, perché dopotutto siamo ancora degli animali. Siamo esposti agli istinti e alle paure più irrazionali e controproducenti ma abbiamo anche accesso a tecnologie incredibilmente potenti quali la bomba atomica. Questa è una ricetta pericolosa e potremmo finire per usare il potere di tecnologie di tipo I per autodistruggerci.

Per dire, pensate a cosa può fare un uomo con un brutto carattere e tendenze narcisistiche se ha il potere di eliminare l'umanità dalla faccia della Terra usando un bottone che ha a portata di mano.

Ciò detto, chi lo sa, magari i prossimi quattro anni saranno un po' come l'Italia dei governi Berlusconi. Solo tanto clamore, bunga bunga, feste in piscina, ma poco di fatto.

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci