FIRE

Venerdì scorso ho pranzato con il mio primo Direttore in Google. Avevamo diverse cose da raccontarci, tra promozioni, riorganizzazioni e novità varie. Ma il tema che ha occupato la maggior parte della nostra conversazione è stato uno dei miei argomenti preferiti: FI/RE. Financially Independent / Retired Early. Ovvero, ritirarsi dal lavoro anni prima di essere qualificati per la pensione.

È un tema succulento, basato su fondamenta di grande ottimismo: per potersi ritirare in condizioni di indipendenza finanziaria, significa aver risparmiato a sufficienza da poter vivere di rendita. Non si scherza.

Eviterò di entrare nel dettaglio siccome il mondo dei blog e dell'editoria di finanza personale raccoglie lavori eccellenti che discutono ogni aspetto del tema: da come pianificare i risparmi mentre si sta ancora lavorando, alle strategie per minimizzare le tasse durante le varie fasi, a come evitare errori cognitivi (tipo: che senso ha andare in pensione in anticipo se poi ci si dedica a fare lavori che non piacciono per gestire la casa perché bisogna risparmiare? Non sarebbe stato meglio continuare a fare una cosa che piaceva ed era ben pagata?)

Ciò detto, vorrei chiarire che al tavolo non si parlava di "scappare ai tropici e aprire un chiringuito sulla spiaggia." Quello di vendere mojito ai turisti è la fantasia non realistica ed un po' strampalata che si discute alla fine dell'estate, quando si torna dalla vacanza a Bali, Santo Domingo, o Tenerife e si sogna di cambiare vita. Peraltro, aprire un chiringuito corrisponde ad aver cambiato lavoro. Magari il clima ai tropici piace di più della nebbia in val padana, ma è pur sempre un lavoro!

No. Al tavolo si parlava di ritirarsi prima della pensione. Di come farlo per davvero. Con le proprie famiglie. Bene organizzati, senza troppi compromessi. Di cosa serve. Di cosa si farebbe, per scelta, una volta ritirati.

La cosa che mi affascina di più dell'argomento è l'immagine che ho di me stesso in pensione da giovane. Molto atletico anche se non competitivo, con qualche interesse per le verdure dell'orto, ed interessato a studiare discipline odierne. C'è poco divano e molta invenzione in quell'immagine.

Chissà se un giorno avrò qualche speranza di farcela...
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci