L'altra foto dei profughi Siriani che mi aveva colpito

C'era un'altra foto dei profughi Siriani che arrivano in Turchia che mi aveva colpito qualche settimana fa. L'avevo vista sul Post.it, scattata da Daniel Etter, raccontava la storia di una famiglia scappata dalla propria città conquistata dall'ISIS e bombardata dal governo Siriano. Marito, moglie, quattro figli. Disperati ma salvi e, immagino, sollevati.

La foto del bambino annegato mi ha colpito e rattristato in un modo diverso, molto più profondo, quasi animale.

Forse perché non c'è stata salvezza o sollievo per quel piccolo bambino la cui famiglia scappava da Kobane.

Forse perché con un'occhiata al bambino, che si vede parzialmente in braccio ad un poliziotto Turco, ho realizzato che avrà avuto l'età di Alessio e il pensiero mi ha scosso dal profondo.

Forse perché ho pensato troppo ingiusto che la politica Europea temporeggi e tentenni mentre degli innocenti muoiono in una fuga dalle bombe e dalla violenza più cieca.

Forse perché avevo già le palle girate nel leggere le idiozie logicamente fallaci e codarde di politici che parlano di ributtare i migranti a mare o di costruire muri per tenerli fuori dal proprio Paese, e vedere una foto tanto toccante mi ha fatto venir voglia di ribellarmi davanti alla loro mediocrità.

Fatto sta che non riesco a smettere di pensare a cosa posso fare. Penso che un giorno mi piacerebbe istituire una borsa di studio in qualche forma ma per ora non ho la disponibilità.

È comunque deciso che per quest'anno le nostre donazioni in beneficenza saranno indirizzate ad organizzazioni che si prendono cura di migranti e rifugiati.

Sto pensando di fare donazioni ad organizzazioni non governative basate in Germania per tre motivi:

  1. La Germania è stata la prima a fare qualcosa annunciando che darà asilo a tutti i Siriani che faranno richiesta. Già nelle settimane passate la Cancelliera Merkel ha espresso parole di solidarietà e coraggio.
  2. La Germania è il Paese Europeo che ha meno tolleranza per la retorica razzista e xenofoba. 
  3. La Germania è il Paese Europeo che accoglierà più migranti in numeri assoluti e seconda solo alla Svezia in termini relativi. 

Ho una lista di 5 amici tedeschi a cui chiedere aiuto per trovare l'organizzazione giusta.

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci

Il lato positivo e il lato preoccupante