Prima festa del papà

Continuo a pensare: oggi è la mia prima festa del papà.

Poi a forza di interruzioni, ho cominciato a pensare che ieri è stata la mia prima festa del papà.

Poi a forza di distrazioni, ho cominciato a pensare che l'altro ieri è stata la mia prima festa del papà.

Prima che si faccia tempo per la seconda festa del papà, procedo a chiudere questo lungo post.

Alessio ha compiuto 5 mesi. Non ha la personalità di un ghiro ma lamentarsi del sonno perso sarebbe banale e mi farebbe perdere di vista la miriade di bellissimi momenti che ci regala ogni giorno.

Lui non lo sa, ma mi sciolgo ogni volta che scoppia in una risata. Mi sono emozionato quando tre giorni fa ha cercato di trattenere la bottiglia con le manine quando cercavo di toglierla per fargli fare un ruttino. Ho riso quando 2 giorni fa ha afferrato il pollice di Jenny è ha spinto via la mano quando lei cercava di staccarlo dal seno per fargli fare un ruttino. Mi diverto quando piange un lamento lento e sommesso se è stanco e si sta per addormentare. Non so resistere quando mi sorride e tende le braccia per farsi prendere in braccio. Trepido quando riesce a stare in piedi da solo per alcuni secondi...

Avete capito l'antifona.


Alessio in uno dei suoi rari pisoli pomeridiani.


Posta un commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci