Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

L'Italia è un Paese in declino?

In breve: non lo so, ma nelle ultime 24 ore ho osservato due ragioni per cui la risposta potrebbe essere "sì".

Primo esempio.
Un collega ha condiviso un'intervista ad un senatore in cui l'individuo, che ho trovato generalmente inqualificabile, fa un paio di commenti che mi hanno lasciato perplesso.

In particolare, ho preso nota del fatto che, senza vergona ed anzi con orgoglio, sembra porre l'interesse personale al di sopra di ogni altra considerazione nell'esecuzione delle proprie mansioni. Quando afferma che non può credere che ci possa essere qualcuno che non farebbe la stessa cosa, sono certo che definirebbe tale affermazione un esempio di onestà intellettuale.

Pesonalmente, sono a favore di provvedere stipendi generosi al legislatore in modo che tale legislatore possa prendere decisioni importanti per il proprio Paese con la serenità di non doversi preoccupare della propria sussistenza.

È lo stesso principio per cui i Venture Capitalists sono a favore di …

Anche quest'anno, il panettone...

Immagine
Anche quest'anno, il panettone siamo riusciti a tagliarlo.
Panettone di Cova, pasticcieria di Milano, comprato sotto Natale da CostCo, il supermercato all'ingrosso con offerte a cui non so resistere.
Non ci si confonda, CostCo non è un discount, ma un supermercato all'ingrosso. Quando ci vado, trovo scatole da 48 Ferrero Rocher, pezzi di Parmigiano da 1 kg, e sacchi di farina come se fossi un mugnaio. I prezzi sono bassi perché i pacchi convenienza sono estremi.
Ogni volta che andiamo, esco con qualcosa di prelibato comprato ad un prezzo irripetibile. A questo giro, 3 panettoni squisiti. 2 portati in ufficio da dividere con i colleghi. Uno, sopravvissuto alla festa di Capodanno, da gustare dopo l'Epifania in famiglia.

Pubblicità magnetiche

C'è questa pubblicità di P&G su Youtube che non riesco a smettere di guardare. È retorica, come solo gli Americani sanno fare. È "self-serving" visto che P&G possiede i marchi di detersivi, pannolini, prodotti per la casa, quindi il messaggio è totalmente dedicato alle clienti mamme.

Eppure lo trovo geniale ed irresistibile. La campagna è in concomitanza con le Olimpiadi invernali di Sochi. Titolo della campagna: "Before the world saw them as Olympians, mom saw their potential"

Il video che mi piace, che trovo magnetico, è disponibile a questo link (http://bit.ly/1gAyyjT) in questo momento. Purtroppo non riesco ad includerlo, quindi qui sotto ne metto un altro della stessa campagna che trovo meno coinvolgente ma da comunque l'idea.

Sarà che sono diventato papà da poco, ma non riesco a non emozionarmi.


Inizio 2014

Dopo un 2013 ricco di momenti stupendi ed indimenticabili, guardo al 2014 con curiosità e voglia di stuprimi per ogni piccola sorpresa. Ci sono tante domande che, probabilmente, troveranno risposta.

Come ieri, cominciamo dalla colonna sonora. Per affinità tematica, ed ispirato dal blog di Linus, scelgo "L'anno che verrà" di Lucio Dalla



Dove piantare le tende
Dove vogliamo crescere il bambino? Restare a San Francisco, muoversi più vicino al mio lavoro nella South Bay, restare sulla West Coast ma muoversi a Seattle, andare in Europa per qualche anno?

Le opzioni sul tavolo sembrano tutte fattibili ma sono diversissime tra loro ed hanno implicazioni enormi. Scegliere potrebbe non essere facile.

Ciò detto, ogni enigma si può risolvere con un mix di metodo, ingegno, pazienza, e serenità. Sono certo che la cosa giusta da fare diverrà chiara.

Cosa fare da grande
In azienda ho avuto due manager finora e tutti e due dicono che ho talento e posso scegliere cosa voglio fare. Ma prima,…

Fine 2013

Immagine
Avevo pensato di scrivere questo post ieri, il 31. Poi il piccolo Alessio ci ha dato fare, quindi chiudo l'anno precedente un po' in ritardo.

Cominciamo dalla colonna sonora. Per affinità tematica, scelgo "Closing Time" dei Semisonic.



Vorrei chiudere l'anno raccontando quattro brevi storie.

La carta verde
A Febbraio, alla fine del colloquio per ottenere la carta verde, l'ufficiale concluse il nostro incontro dicendo che approvava la richiesta e che, come da procedura standard, io e Jenny saremmo dovuti tornare a parlarle nel 2015 per rendere la mia carta verde permanente.

Tra due anni --disse l'ufficiale tutta seria-- dovremo verificare che la vostra unione sia sincera e non solo finalizzata all'ottenimento della carta verde. Vorremo vedere che avete avuto figli, oppure --disse puntando il dito su una nostra foto ai piedi del Cristo Salvatore a Rio de Janeiro-- vorremo vedere delle prove che avete viaggiato e vissuto insieme. Non pare che avremo bisogn…