Elezioni in Italia

Da buon emigrante diligente, io e le mie valigie di cartone, ho votato per posta diversi giorni prima che gli Italiani andassero alle urne.

Il console ci ha ricordato per email di sbrigarci, 'ché dovevano spedire i plichi a Roma entro il 21 Febbraio.

E mentre le borse crollano, gli spread decollano, e le testate giornalistiche di tutto il mondo sollevano, con malcelato piacere, un polverone epico, vorrei sottolineare le parole pacate di Napolitano come le ho lette sul Sole24Ore:
"Sono sereno, supereremo questa prova anche se è un pò difficile"
Un po' le parole scaturiscono dal suo ruolo istituzionale.

Un po' l'attitudine mi porta alla mente un articolo che ho sfogliato di recente su McKinsey Quarterly intitolato Leadership Lessons from the Royal Navy, che parlava di come la marina Britannica abbia una tradizione di sviluppare intenzionalmente allegria ed ottimismo nei propri ufficiali perché, dopotutto, nessuno seguirebbe un pessimista in battaglia.

Auguro buon lavoro al nuovo Parlamento. Non so esattamente cosa sperare, ma cominciamo dall'augurio che emerga una direzione in cui muoversi poiché chi si ferma è perduto!
5 commenti

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci