Il bagagl prodigo

Pensavamo di averlo perso e invece ci è stato riconsegnato Giovedì sera verso le 23.

La riconsegna era stata preannunciata da una telefonata nel pomeriggio, in cui un'azienda di consegne mi chiedeva se sarei stato a casa la sera per ricevere una valigia per conto di Air France.

Sorpresa, stupore, e un po' di iperventilazione, ecco la valigia.

Grazie mille agli amici che ci hanno aiutato con telefonate e messaggi ai vari aeroporti e a agli amici che hanno offerto aiuto.

Nonostante la conclusione lieta, 13 giorni per ritrovare un bagaglio che si sono persi durante un volo diretto non fanno fare bella figura ad Alitalia. Meno ancora le chiamate non risposte, le email ignorate, e il menefreghismo pervasivo che traspariva ogni volta che riuscivamo a parlare a qualcuno.

Magari un giorno offrirò i miei servigi ad Alitalia, chissà se posso aiutare a raddrizzare qualcosa.

Ma per ora, per tenere i nervi calmi, ho bisogno di mettere Fiumicino e Alitalia nel purgatorio rispettivamente degli aeroporti e dei vettori che devo evitare per qualche anno...
4 commenti

Post popolari in questo blog

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci

Il lato positivo e il lato preoccupante