Post

Visualizzazione dei post da 2012

Progresso e regresso

Le società sono da sempre state modellate da punti di inflessione che marcano cambiamenti epocali. Sto parlando di cuspidi. Tipping points. Qualcosa cambia nelle regole della società e la società cambia direzione.

La scorsa Domenica è stato giorno di tali inflessioni.

Per esempio, in virtù di un referendum passato di recente, lo stato di Washington ha cominciato a riconoscere i matrimonio gay. Secondo CNN, solo Domenica 133 coppie si sono sposate in municipio a Seattle. Credo non importi come la si pensi sull'argomento. Semplicemente, guardate le foto sugli servizi di Seattle Pi, Huffington Post, cbs e così via, e ditemi se queste immagini di persone incredibilmente felici non vi hanno commosso almeno un po'.

È la felicità di cittadini onesti che contribuiscono al progresso delle proprie comunità e che per la prima volta hanno la libertà di ufficializzare la propria unione davanti alla legge.

Non commenterò oltre, ma vorrei sintetizzare il mio pensiero: l'odio e la violenz…

Riassunto del Thanksgiving weekend

Immagine
Il weekend del Ringraziamento volge al termine ed è il momento di trarre le somme:
Abbiamo usato tantissimo lo stand mixer color Pistacchio. Torte, pasta, pizza. È arrivato da appena 10 giorni ed è già lo strumento più usato in cucina. Ne raccomando uno a tuttiHo fatto le prime pizze degne del nome. I due game changers: ho finalmente capito a quale temperatura portare l'acqua per attivare il lievito senza bollirlo; e lo standing mixer, che ha trasformato la lavorazione dell'impasto in un gioco da ragazziLa torta con semi di zucca e ginger non è tra le mie favoriteIl pollo arrosto cotto secondo la ricetta di Zuni Cafe viene bene anche fatto a casaSabato siamo andati al laboratorio di Heath Ceramics a Sausalito e ho scoperto che tendo a stimare il costo di una bella ceramica a circa 1/7 del prezzo di vendita. Diciamo che non sarei un campione di "OK il prezzo è giusto"Le tagliatelle all'uovo sono facilissime da fare. Prima volta, subito gustose. Grazie a Daniele per…

Passeggiata a Berkeley

Immagine
Qualche settimana fa sono andato a Berkeley per partecipare a >Play, una conferenza dedicata a come stanno evolvendo multimedia, technology, ed entertainmen.

La conferenza si tiene alla Haas School of Business, è organizzata dagli studenti del programma MBA di UC Berkeley, e non delude mai per qualità degli speakers e dei panels. Per esempio, quest'anno ai keynote c'erano Levie (fondatore di Box), Rajaraman (un Direttore in Youtube) e Robert Scoble (direi il blogger più famoso nel settore tech). Per i panel c'erano un sacco di opzioni e mi sono lanciato su big data e digital media, e cloud collaboration su mobile.

Ma non sto scrivendo per raccontare della conferenza. Bensì vorrei raccontare della piacevole passeggiata in salita attraverso il campus dell'Università per andare dalla fermata della BART (che sta rinnovando sedili e tappeti sui vagoni dopo appena 30 anni) su su fino allo stadio (la cui ristrutturazione è finalmente terminata, sono passati i tempi in cui …

Pollo del Ringraziamento

Immagine
Ore 7:27. Sabato mattina uggioso a San Francisco. Potrebbe essere Milano, visto il tram che ci passa accanto mentre parcheggio.

Ma no, siamo al mercato del Ferry Building e i tram regalati da altre citta' del mondo sono una peculiarita' di SF.

Non ci resta che attraversare Embarcadero St. ed avviarci agli aquisti pre-festa del Ringraziamento.

Se la tradizione prevede tacchino ripieno, quest'anno abbiamo deciso di passare la festa tra di noi, quindi ci faremo bastare un piu' modico pollo.

Procediamo all'acquisto del pollo presso la localissima Golden Gate Meat Co.. Seguono colazione a base di sandwich con uova strapazzate, pancetta e cheddar cheese, poi altre commissioni.

Ore 8:25. Riattraversiamo Embarcadero. Missione compiuta, habemus pollo del Ringraziamento.

Minoranze presidenziali, etica dei politici, e una cena multietnica

A questo punto è una non-notizia: Martedì Obama è stato rieletto Presidente.

Un'altra non-notizia sono i gruppi elettorali che gli hanno regalato la vittoria: prevalentemente minoranze, perché quando si pensa all'ELETTORE negli Stati Uniti, si pensa al maschio bianco adulto e protestante.

E invece, se ricordo i numeri da un paio di articoli che ho letto e che non farò lo sforzo di andare a ricercare... mi sembra che il 93% dei neri abbia votato a favore di Obama. Seguono gli Asiatici mi sembra prossimi all'80%, gli Hispanics al 71%, le donne sigle al 60-e-qualcosa% ed i giovani 18-29 anni al 56%. E questo melting pot di minoranze ha vinto le elezioni.

Formidabile, a mio parere. Ma quindi, l'America è veramente così armoniosa, tollerante, multietnica, e egalitaria?

Non proprio. Ci sono bolle di eccellenza e bolle di miseria. Come esempio di miseria, bisogna ammettere che i neri sono socialmente svantaggiati: appartengono ad un gruppo sociale tra i più poveri e con meno …

Un salto in Italia

Immagine
Ho passato alcuni giorni in Italia per l'ultimo saluto ad una persona cara che è venuta a mancare.

Le lunghe ore di silenzio durante il viaggio spesso favoriscono introspezione e ragionamenti filosofici. E il generoso fritto misto alla Piemontese preparato da mio zio la sera prima del ritorno ha ulteriormente favorito la veglia.

Ho pensato a cosa vorrò aver fatto della mia vita quando un giorno guarderò indietro. Ho gabolato sul perché alcune persone lasciano le proprie radici, argomento di cui converso con il mio Director di quando in quando. [Nota a margine: uno ipotizzerebbe che quando vado nell'ufficio del mio Direttore, noi si parli di lavoro...]

Risparmio al gentile lettore i dettagli sulle risposte che mi sono dato e vado a raccontare che mentre ero via, Jenny ha esercitato i suoi diritti civili e ha inviato il suo voto per posta.

Naturalmente, stiamo parlando delle elezioni per il Presidente. Meno ovviamente, stiamo anche parlando di una decina di referendum statali. …

Sabotaggio

Immagine
Chi mi ha visto il giorno del matrimonio, ha visto che avevo caldo. Tutti sembravano a proprio agio nelle loro giacche, io mi stavo sciogliendo.
Avevo così caldo che a cena, sudato e affaticato come dopo una corsa di 3 miglia in salita, ho cominciato a vedere nero e ho deciso di togliemi la giacca per evitare di svenire.

Alcuni, vedendomi così accaldato, hanno pensato che fossi agitato per via della cerimonia. Ma chi mi conosce bene, sa che non era possibile.

Sono di natura una persona agitata nella quotidianità, non sto mai fermo, sto sempre pensando a qualcosa. Ma quando prendo una decisione e so cosa devo fare in merito, è raro che mi volti indietro, che tentenni, o che mi agiti in un momento importante.

Quindi la parola che meglio descrive il mio stato d'animo quel giorno è: sereno.

E allora perché tutto questo sudore?  L'ho scoperto appena un paio di giorni fa: sono stato sabotato. Un insidioso sabotaggio perpetrato con abilità dalla persona che meno avrei sospettato: Je…

Make a difference

Immagine
La scorsa settimana sono venuto a sapere che Marco Marinucci, storico di Google, ha rassegnato le dimissioni. Un suo post sul blog di Mind the Bridge spiega un po' la decisione e la natura della nuova avventura che lo aspetta.

C'è un passaggio in cui racconta come è cambiata la sua vita in questi anni. E devo dire, mi ci rispecchio nel senso che anche io quando guardo indietro ai circa 4 anni negli Stati Uniti quasi mi spavento per quante cose ho fatto e quante cose sono cambiate.

C'è anche una metafora in cui menziona come siano diverse le cose in un'azienda diventata così grossa.
Make a difference, be true to yourself, and try to have fun.
Rimango metidabondo, il futuro è tutto da scrivere.

Cream

Immagine
"Big game". Questo era il titolo che avevo pensato per questo post. Oggi era il giorno del "big game", la partita dell'anno, la sfida di football tra Cal (UC Berkeley) e Stanford, ovvero le due università più grosse e famose della zona.

Poi Cal ha perso 21-3 contro Stanford, e ho deciso di buttarmi sul cibo.

C.r.e.a.m. è una nuova gelateria a Berkeley che vende Ice Cream Sandwich. Siccome non andiamo spesso a Berkeley di recente, abbiamo deciso di provarla.

Eravamo con Justin e Cece, con cui abbiamo chacchierato di tutto un po', come al solito. Per referenza futura, vorrei qui ricordare una delle cose interessanti: Justin è abituato ad andare al lavoro il lunedì mattina senza sapere in quale città passerà il resto della settimana. Lui va a lavoro e durante la giornata gli mettono un biglietto in mano e lo spediscono. Un po' come una spia.

Prego si noti quanto sia nitida la mia ombra in questa foto...

Nei video qui sotto ho ripreso due momenti del tailga…

Matrimonio del carciofo

Immagine
Lo scorso weekend eravamo dalle parti di Monterey, cittadina a 2-3 ore di auto a sud di San Francisco.

La scusa per un weekend fuori porta era il matrimonio di una nostra ex compagna di corso in un ranch vicino a Salinas.

Il titolo del post è legato al fatto che, non lo sapevo, è stagione di carciofi ed erano dappertutto!

Siccome, per un piccolo contrattempo, abbiamo perso la navetta da Monterey al ranch, abbiamo fatto che andare al matrimonio in macchina.

E visto che c'eravamo, abbiamo dato un passaggio ad un'altra coppia di ritardatari. Buona occasione per conoscere un signore Italiano che ha lavorato in finanza e adesso vive a Londra in pensione.

Incuriosito dal profilo, durante la serata ho fatto qualche domanda e mi ha colpito quanto le sue opinioni fossero nette:

In Europa, 50 summit non sono bastati per sistemare la situazione in Grecia, che rappresenta appena il 2% del GDP della regione.Negli Usa, stati come la California sono in bancarotta. Anche se tutti fanno finta …

Sagre cinesi, estati indiane, e fleet weeks

Immagine
Carrellata di tradizioni di San Francisco in questo periodo dell'anno.

Lo scorso Venerdì pomeriggio, Yanan (una ragazza cinese che lavora nel mio team) mi ha chiesto se avrei comprato mooncake per Jenny. E mi si è aperto un nuovo mondo.

Lo scorso weekend era lo Zhongqiu Festival, una sagra popolare Cinese. Un po' come la sagra dell'uva ad Asti o le varie sagre del riso e del grano dalle mie parti.

La sagra è anche chiamata "Festival della luna", si celebra con luna piena e per tradizione si mangia  mooncake, o "torta della luna."

Non avevo comprato mooncake per Jenny, ma Yanan mi ha consigliato di ripensarci. E così Domenica pomeriggio, approfittando di un incontro con un amico Italiano di passaggio, ne ho approfittato per prendere un barattolo di gelato gusto mooncake da DeLise, la mia gelateria preferita a San Francisco.

Domenica è anche stato il primo giorno di "estate indiana", ovvero la consueta ondata di caldo secco che arriva a San Fra…

Il bagagl prodigo

Immagine
Pensavamo di averlo perso e invece ci è stato riconsegnato Giovedì sera verso le 23.

La riconsegna era stata preannunciata da una telefonata nel pomeriggio, in cui un'azienda di consegne mi chiedeva se sarei stato a casa la sera per ricevere una valigia per conto di Air France.

Sorpresa, stupore, e un po' di iperventilazione, ecco la valigia.

Grazie mille agli amici che ci hanno aiutato con telefonate e messaggi ai vari aeroporti e a agli amici che hanno offerto aiuto.

Nonostante la conclusione lieta, 13 giorni per ritrovare un bagaglio che si sono persi durante un volo diretto non fanno fare bella figura ad Alitalia. Meno ancora le chiamate non risposte, le email ignorate, e il menefreghismo pervasivo che traspariva ogni volta che riuscivamo a parlare a qualcuno.

Magari un giorno offrirò i miei servigi ad Alitalia, chissà se posso aiutare a raddrizzare qualcosa.

Ma per ora, per tenere i nervi calmi, ho bisogno di mettere Fiumicino e Alitalia nel purgatorio rispettivamente de…

Il finto customer support di Alitalia

Non sappiamo nulla del nostro bagaglio. Smarrito da Alitalia in un volo diretto da Fiumicino a Torino il 15 Settembre, stiamo cercando di capire cosa sia successo. Siamo preoccupati da diverse cose.

Tra poche ore saranno 10 giorni che Alitalia ha perso il nostro bagaglio. Questo fatto da solo ci fa temere che tutto quello che avevamo in valigia possa essere andato perduto per colpa dell'assonnata compagnia di bandiera

A forza di chiamare i call centers, abbiamo ricostruito qualche pezzo di cosa sia successo ma siamo ad un binario morto:

il call center di Alitalia ci rimanda ad Air France, perché il bagaglio di doveva arrivare a San Francisco su un volo Air Franceil call center di Air France ci rimanda ad Alitalia, perché la pratica è Alitalia e rimane loro responsabilità sapere dove'è la valigia Ma il peggio è il fatto che Alitalia ha una cortina di fumo per deflettere le persone per le quali ha fallito a trasportare il bagaglio.  Abbiamo provato a scrivere all'indirizzo ema…

Sconfortanti notizie per il bagaglio smarrito

Pochi giorni fa avevo raccontato che Alitalia mi aveva perso il bagaglio in un volo diretto da Roma a Torino. Per errore, avevano mandato la valigia Trapani...

All'aeroporto di Torino mi avevano assicurato che il bagaglio sarebbe stato inoltrato a San Francisco al più presto.

Questa mattina ho ricominciato la ricerca. Ecco il diario dell'orribile serie ti telefonate circolari:

Torino mi ha detto che hanno inoltrato il bagaglio su un volo Air France e di chiamare l'aeroporto di San FranciscoL'aeroporto di San Francisco non ha un numero per i bagagli smarriti e dal sito ho visto che devo chiamare la compagniaAl primo numero di Air France che ho chiamato, mi hanno inoltrato ad un altro call-center che si occupa di bagagli smarritiA quel call center mi hanno detto che mi sbagliavo, non è possibile che il mio bagagli abbia viaggiato Air France se io non ero sul volo e mi hanno detto di chiamare AlitaliaQuando ho chiamato Alitalia, la persona mi ha detto che lei si occupa sol…

Rientro con piccoli intoppi

Immagine
Martedì mattina presto. Jenny è sotto che guarda la puntata di Glee in cui interpretano "Call Me Maybe" di Carly Rae Jepsen. Siamo rientrati a casa a San Francisco Domenica sera con un paio di contrattempi che vorrei ricordare.

Numero uno. Il viaggio di ritorno era iniziato Sabato, quando abbiamo preso un volo del pomeriggio da Roma a Torino. Per quanto assurdo possa sembrare, Alitalia ci ha mandato uno dei bagagli a Trapani. Ho appena chiamato per controllare la situazione e pare che, dopo appena 3 giorni, la valigia sia finalmente arrivata a Torino! Adesso non resta che aspettare ulteriori 3 giorni perché ce la inoltrino a casa.

Numero due. Nel volo di Domenica da Zurigo a San Francisco, siamo stati seduti in pista per circa 3 ore per un problema al motore. Gli assistenti di volo molto gentili ci hanno rifocillati, attivato il sistema di entertainment e ad un certo punto ci hanno fatto scendere per cambiare aereo.

Io dico: meglio così che avere meno controlli di sicurezza…

Honeymoon in Rome

Primo post dopo il silenzio stampa pre-matrimonio. Ci siamo sposati Sabato e Domenica ci siamo spostati a Roma per alcuni giorni di vacanza. Ho tanti draft di cose che avrei voluto raccontare durante i preparativi ricchi di episodi, ma proprio non c'e' stato tempo.

Stamattina ci siamo affittati una Vespa. Colore Capri Blu come a casa a San Francisco. Ci siamo fatti un giro e andando un po' a casaccio abbiamo visto 100 belle cose. Poi gli alberi, rovine e scorci ad ogni angolo. Roma e' bellissima.

Adesso usciamo per incontrare i nostri amici Takashi, Ty, Bernie e Justin, anche loro in vacanza a Roma. Bella vita.

Colazioni d'eccellenza

Immagine
Qualora vi stiate chiedendo cosa ho mangiato per colazione, ho come di consueto fatto sosta presso una delle caffetterie nella mia zona del campus.

Siccome avevo un sano appetito, mi sono messo nel piatto una potato cake con filetto di salmone. Un po' di uova sbattute con spinaci e pomodoro. Due pezzeti di toma con un'albicocca essiccata. E per finire, due fette di focaccia, che ho ricoperto con una composta di pesche e con del burro con cannella e zucchero.

Poi mi sono letto questo articolo di wired sul contributo di Google nel costruire internet. Adesso mi rimetto a cogitare per lasciare anche io, nel mio piccolo e per quanto posso, un qualche contributo che possa essere utile all'umanità.



Auguri nipote

Immagine
Oggi mia nipote compie 1 anno. O meglio, ha compiuto, visto che vive a +15 ore rispetto a noi.

Un anno costellato di grandi traguardi, momenti ilari e momenti teneri. Pasciuta e sorridente, mi ha cominciato a camminare già da settimane, bella di zio.

In questa foto la vediamo, circa un mese fa (quindi immaginate quanto è già cambiata) muovere i primi passi verso zio in versione monitor.

Peccato essere tutti così lontani gli uni dagli altri.


Mestiere mamma, versione olimpica

Immagine
Perché faccio quello serioso, ma alla fine sono un tenerone almeno quanto Ivo, amico di sempre.


Anniversario: 4 anni negli USA

29 Luglio. Fanno 4 anni che vivo in California. È stato un weekend di festeggiamenti senza clamori, ma valeva la pena fare una menzione sul blog.

Venerdì sera sono andato con Gabriele a vedere i Giants giocare contro i Dodgers, courtesia di Cory, un collega che mi ha regalato due biglietti in tribuna.

Sabato ho dormito e mi sono rilassato per riprendermi da una settimana molto densa a lavoro. L'unica cosa concreta che ho fatto penso sia stato cambiare le batterie ad un paio di sensori antincendio. Per cena, abbiamo ospitato tre amici e Jenny si è superata con un roast beef eccellente e una Pavlova con frutta fresca di stagione così buona che ce la siamo sbaffata tutta, alla faccia della linea.

Oggi, giorno dell'anniversario, siamo andati a vedere The Dark Knight Rises con degli amici e ho comprato dei biglietti per il viaggio che i genitori di Jenny stanno organizzando in Italia.

E mentre Jenny guardava le Olimpiadi in differita, poco prima di andare a dormire. Ho inviato un m…

Bones e divagazioni

Immagine
Sabato sera eravamo a cena ad un ristorante Coreano ed ho osservato con ripetuto stupore la cura con cui Jenny spolpa le costine di vitello. Ricorda mia sorella.

Note a margine, come al solito divago.

Agosto si avvicina e gli Italiani che gironzolano intorno ad Alamo Square si moltiplicano.

Ogni tanto, quando scendo dalla navetta di ritorno dall'ufficio, approccio chi mi capita a tiro. Fa sempre piacere scambiare due parole.

C'è chi è alla prima volta negli States, chi si soprende che ci sia il sole ma faccia freddo nonostante sia piena estate, chi è sfortunato e capita in un giorno di nebbia si rammarica.

Cambiando argomento, una post recente dal blog nFA che vorrei citare:Storia di un non-intervento. Ognuno tragga le proprie conclusioni da questa storia. Per me è sconfortante vedere così tante bad practices in azione contemporaneamente da parte di politici italiani. C'è bisogno che le decisioni vengano prese da persone competenti, non da predicatori e fanfaroni.


E per ch…

Alba d'indipendenza

Immagine
Il panorama è lo stesso che compare nel mio blog da quasi due anni: foto dal balcone di casa.

Oggi però è una foto da 4 Luglio, festa dell'Indipendenza. Foto presa all'alba, prima che comincino le attività.

Siccome questo è un diario e non faccio neanche finta di scrivere profondi ragionamenti introspettivi (perlomeno non all'inizio del post), procedo ad elencare le attività.

Per cominciare, colazione leggera, spesa da Whole Foods, e alcune telefonate in Italia. Mentre telefono, Jenny prepara tortilla spagnola, macedonia di frutta, e tortine di mochi.

Poi via verso la San Gregorio State Beach, dove passeremo la giornata con amici Italiani e Israeliani.

Sulla via del ritorno, ci potrebbe stare un saporito nonché velenosissimo double-double animal style da In&Out -- ovvero, doppio hamburger, doppio formaggio, condito "animal style" ovvero con cipolle grigliate e una salsa segreta di In&Out.

In serata fuochi d'artificio. Andremo a vederli all'incroc…

Momenti difficili: casa Italia durante la finale

Immagine
Finale Euro 2012, le cose non sono messe bene per l'Italia contro la Spagna. In questa foto siamo sul 2-0 e Motta è ancora in campo.

Siamo a Villa Leroy, dove tre amici Italiani stanno ospitando una folla variegata di connazionali, simpatizzanti, tifosi, e nostalgici.

Purtroppo, le cose si messe ancora peggio. A volte proprio non c'è niente da fare.

Caffè durante l'intervallo. A fine partita, due chiacchiere con gli amici intervenuti.

Poi a casa a fare due macchinate di lavanderia e infornare una crostata di frutta. Più tardi andremo a vedere "To Rome with Love", l'ultimo film di Woody Allen.

Il sito di review Rotten Tomatoes non ci da molta speranza di vedere un gran film, ma Jenny è curiosa di dare un'occhiata alla Città Eterna.

Torta 900

Immagine
Non sapevo se potesse sopravvivere il lungo viaggio, ma ci ho provato lo stesso. Ho portato a casa una torta 900 da (teoricamente) tre porzioni.

Sapendo che non possiamo procurarcene dell'altra per qualche tempo, l'abbiamo tagliata in 8 piccole fette e ce la siamo fatta durare per 4 giorni.

Razionamento, come in tempi di guerra.

Per quanto sia una scelta insolita, è deciso: sarà la nostra torta di matrimonio.

Era nell'aria, perché è un prodotto tipico della mia zona, quindi ottimo candidato per comparire nel nostro menu. Ma ogni dubbio si è dissolto quando Jenny ha decretato: "it's delicious".

Stereotipi in Europa (articolo dell'Economist)

Ho trovato questo articolo dell'Economist sugli stereotipi in Europa veramente curioso. Ci sono da fare tante ovvie considerazioni. Un paio:

In merito alla corruzione, quanto ha giovato all'Italia il fatto che per 15 anni quasi ininterrottamente, i vertici del governo considerassero la propria carica come strumento per la gestione di affari privati?Non vi fa sorridere la colonna "chi lavora più duro"? Con tutti gli Europei che pensano siano i tedeschi. E solo i greci pensano siano loro stessi Ma vorrei sottolineare un paragrafo dell'articolo che spiega che i Greci (quelli che lavorano perlomeno) lavorano più ore di tutti. In questo senso, è vero: lavorano più duro dei Tedeschi. Ma come osserva l'articolo, lavorare tanto non significa essere produttivi.
La produttività dei Tedeschi è molto alta e possono permettersi di essere in cima all'Europa, pur lavorando meno ore dei Greci. Suggerisco che la domanda "chi lavora più duro" venga riformulata in …

Le scarpe giovani

Sono in Italia per qualche giorno. Questa mattina in metro avevo accanto una ragazzina con addosso un paio di Stan Smith bianche ma vecchie e molto usate. Come le mie.Mi son sentito troppo giovane. E magari, ho considerato pensoso, se vivessi in Italia queste son scarpe che non dovrei più portare...Fortunatamente a san francisco, le scarpe che uno indossa sono meno importanti nel definire chi le indossa. Quindi procedo incurante della possibilità che queste non siano scarpe x vecchi...

Nuovi hobbies...

Immagine
Qualcuno potrebbe aver osservato che di recente sto scrivendo molto di meno. Non che manchino i temi.

Ad esempio, solo questo weekend avrei potuto parlare di:

Impasto per la pizzaIncontro con amici in visita da Hong KongCena di compleanno di BernieL'ultima visita ad uno dei nostri ristoranti giapponesi preferiti a San Francisco, gli anziani proprietari hanno venduto la licenzaUn buon allenamento di TRX Domenica mattina. Con a seguire, quesadilla da Rouge, come al solitoPisolo all'ombra di un grosso albero in Alta Plaza Park Sabato pomeriggioL'assemblaggio degli inviti per gli ospiti con residenza negli Stati Uniti, con relativa definizione del piano per assemblare e spedire gli inviti agli ospiti con residenza internazionale ex-Italy, e con residenza in Italia Purtroppo però, credo che nei prossimi mesi non scriverò con molta frequenza per due motivi: La mia wish-list in Amazon ha raggiunto un picco di 75. È arrivato il momento di leggere più che di scrivere.Ho comprato la …

Come sono cambiati gli Stati Uniti in 70 anni

Immagine
Then and Now. Ho anche copiato l'immagine di seguito.

Interessante confronto creato in seguito al censimento del 2010 (a cui, peraltro, ho partecipato anche io). Tre statistiche che mi hanno colpito sopra ogni altra:

La popolazione degli Stati Uniti è quasi triplicata in 70 anniI cittadini di razza mista sono appena il 2.9%. Mi aspettavo molto di più, ma forse sono condizionato dal posto in cui vivo, dove le coppie miste sono molto comuni. E magari il fenomeno  è relativamente recente e al prossimo censimento ci saranno più cittadini nati da coppie miste.Solo il 28% ha dichiarato di essere laureato al college. Quasi 6 volte di più rispetto al 1940, quindi in proporzione molte più persone sono laureate. Ma per qualche motivo, di nuovo magari condizionato dalle persone che ho incontrato, mi aspettavo ancora di più In ogni caso, bel lavoro, complimenti al Census Bureau.

Obiettivo mare

Immagine
Dopo mesi di tentennamenti e di promesse non mantenute, ho ricominciato a correre con discreta regolarità da qualche tempo. Generalmente esco la Domenica mattina e ho solo due regimi di allenamento.

Allenamento #1: quando il mio collega Cory è disponibile, corriamo insieme 10km lungo la costa Nord della Baia di San Francisco. Da Fort Mason a Fort Point e ritorno. Piacevole sgroppata di pianura. La compagnia e l'incoraggiamento Cory mi hanno definitivamente aiutato ad arrivare fino alla fine dell'allenamento, soprattutto le prime volte.

Allenamento #2: quando sono solo, preferisco uscire di casa e puntare verso Ovest correndo su e giù per le ripide colline di San Francisco. Le colline mi stroncano fiato e gambe facilmente. E chiaramente non sono un corridore serio. Ma ieri, per la prima volta da quando ho ricominciato, ho coperto 10km su percorso collinoso e senza aiuto di amici che mi spronassero.

Quando ho girato i tacchi, l'Oceano era a poco più di 2 km di distanza. Ment…

Happy PI

Immagine
Oggi è il 14 Marzo.
Che negli Stati Uniti si scrive 3/14 e di colpo ricorda molto il Pi greco 3.14. Così finisce che alcuni matterelli come me oggi festeggiano il giorno del Pi greco.
Happy π!

Calamari e caponata

Immagine
Sabato sera.

Per premiarci per una giornata molto produttiva, abbiamo cucinato insieme un paio di piatti d'eccellenza.

Calamari alla piastra, dopo averli marinati con olio, succo e scorza di limone Meyer, cipolle rosse, aglio, peperoncino, origano, sale e pepe.

Caponata siciliana secondo la video-ricetta del Gambero Rosso trovata su Youtube.

Acquolina.

Artefici del proprio destino

Questo interessante post su psyfitec.com, uno dei miei blogs di scienze comportamentali preferiti, meritava di essere citato più estesamente che semplicemente condividendo il link:

It’s a sad fact that most of us who’ve worked in industry will have little difficulty in identifying managers who personify everything the Pygmalion effects says they shouldn’t: negative, dismissive and rarely encouraging. Even decent managers find it hard to avoid covertly letting their staff know what they think of them. Finding those who regard encouragement as the first resort, rather than criticism, is far harder. As individuals, though, the Galatea effect tells us that we need to be the arbiters of our own self-worth, to make sure that we get away from managers who seek to undermine this at the earliest opportunity and to try and take a more positive attitude to our underlings, remembering that just acting encouraging isn't going to be enough, we need to believe what we preach.
Courtesy of Google …

Questo pazzo pazzo mercato immobiliare

Immagine
Ieri sera, tornando dal lavoro, ho fatto due piacevoli chiacchiere con Marco che mi raccontava di quanto sia caro il mercato immobiliare a San Francisco.

Questo è uno dei miei temi preferiti, di cui parlo con gli amici ad ogni occasione. In questo caso, mi diceva di quanto poco distante ti possa portare un budget di $700,000 da queste parti.

Ci sono diversi motivi per cui le cose stanno così: pochi permessi di costruzione, regolamentazioni che limitano l'espansione verticale, geografia che limita l'espansione orizzontale, mezzo mondo che vuole vivere in città, l'enorme ricchezza confluita grazie ai decenni di successo del modello di Silicon Valley e così via.

Per quanto -almeno in parte- giustificabili, questi sono prezzi veramente altissimi ed è veramente difficile potersi permettere una casa da queste parti.

Quella conversazione mi ha fatto ricordare di un recente post sul blog di Mike Shedlock, in cui l'autore confronta cosa ti puoi comprare con $890,000 a Vancouve…

Primavera che avanza

Immagine
Ogni essere umano vede sorgere il sole da un punto di vista unico e inimitabile. Ognuno di noi ha una linea dell'orizzonte diversa.

La mia linea dell'orizzonte, quella da cui vedo sorgere il sole, è il condominio più alto della mia zona. Neanche 10 piani quindi non molto alto dopotutto.

Bruttissimo, perché costruito in anni in cui i peggiori criminali si laureavano in Architettura.

Il sole ha fatto capolino prima delle 7 del mattino mentre mi preparavo per uscire. È quasi primavera!!!

Gerundio

Ero al piano superiore a mettermi addosso qualcosa di comodo appena tornato dall'ufficio. Ho gridato "Jen.. che cosa stai facendo?"

Più per noia che per altro. Non mi aspettavo una risposta. Non ero neanche certo che avrebbe capito. Mi ha risposto senza esitare: "Sto cucinando".

Domanda in gerundio. Risposta in gerundio. Boom.

[tasse] Gli USA non sono più quelli di una volta...

Questo articolo sul blog di Rick Ferri mi ha un po' scosso.

Tanti credono che le tasse sul reddito negli Stati Uniti siano molto più basse che in Europa. E sbagliano. A volte mi vien da pensare che ai giornali Italiani piaccia sostanzialmente presentare numeri sensazionali, quindi di solito includono solo le aliquote delle tasse federali, "dimenticandosi" le aliquote dello stato, del Social Security (l'equivalente dell'INPS) e di Medicare (l'equivalente della sanità). Tutto messo insieme, le tasse sul reddito negli Stati Uniti sono considerevolmente più vicine a quelle Italiane di quanto non si possa credere.

E a quanto pare, le aliquote aumenteranno ulteriormente nel 2013. La parte più impressionante è la sezione in cui Ferri spiega che i capital gain da investimenti di lungo termine verranno tassati come reddito.

Nota a margine, ci sarà anche un'addizionale del 3.8% di Medicare per i redditi più alti. L'addizionale fa sorridere perché sono proprio q…

Model thinking ed il futuro dell'educazione

Ho iniziato a seguire Model Thinker, un corso online offerto da Scott Page, un professore della University of Michigan, Ann Arbor.

Il corso vuole prima di tutto convincere gli studenti che imparare a pensare per modelli aiuta nella vita. Aiuta a capire le situazioni, risolvere problemi complessi, e prendere decisioni sensate in situazioni di incertezza. Dopodiché, il corso introduce 32 modelli di varia natura che possono aiutare a capire il mondo.

Dura 10 settimane, ci sono quiz e assignment a cui rispondere, bisogna studiare e leggere un sacco di materiale. Ed è giusto così, dopotutto è un corso di livello universitario offerto online a gratis.

Secondo me questo è il futuro dell'educazione superiore. I titoli conteranno ancora, ma oggi più che mai abbiamo accesso gratuito ed immediato a conoscenza di altissima qualità, organizzata e divulgata con strumenti estremamente efficaci.

Ricordo di qualche professore all'Università infastidito dall'idea di andare in aula e sporcar…

Torino all'avanguardia

Sono incappato in questo articolo su uno dei blog che seguo.

Torino è una delle due città Europee che sta provando un nuovo servizio su Google Maps per informare in tempo reale gli utenti del servizio di trasporto pubblico se ci sono ritardi!

In una societa' di servizi... a San Francisco

Ieri ho raccontato un episodio di pessimi servizi offerti in Italia da un'azienda multinazionale da cui mi ero abituato ad aspettare ben altre prestazioni.

Oggi vorrei raccontare di un'esperienza di tutt'altro tenore che ci è capitata di recente nel parcheggio dell'aeroporto di San Francisco.

Di ritorno da un weekend fuori città, ci siamo ritrovati con la batteria a terra. Dopo un attimo a grattarci la testa pensando a cosa fare, Jenny ha suggerito di cercare un numero di telefono vicino agli ascensori nel parcheggio. Con mia sorpresa, non solo c'era un numero di telefono, ma c'era anche un telefono per uso interno qualora si avesse bisogno di assistenza o informazioni. Ancora più sorprendente, un operatore ha risposto al telefono! Considerate che erano le 20:30 di un giorno di festività nazionale. Chi se lo sarebbe mai immaginato?

Ho brevemente spiegato il problema. L'operatore ha chiesto le coordinate del nostro posto auto e ha promesso assistenza in 15-2…

In una societa' di servizi... all'Italiana

Lo scorso Dicembre sono stato in Italia per alcuni giorni. L'agenda di cose da fare era fittissima e per rendermi la vita piu' facile, ho affittato un'auto con Avis.

Purtroppo, la Punto che mi hanno dato si e' rotta nel parcheggio di un ristorante a Salsomaggiore.

Quel che ne e' seguito e' stato un disastro organizzativo. Risparmio i dettagli delle diverse telefonate al numero verde. Io e mio padre siamo stati costretti a dormire in albergo una notte e riguadagnare la via dell'aeroporto in treno il mattino dopo. Ancor grazie che siamo riusciti a far venire un carro attrezzi a prendere l'auto. Ci siamo chiesti cosa ne sarebbe stato di noi se l'auto si fosse rotta in mezzo ad una strada...

Ovvviamente, ho chiesto il rimborso delle spese sostenute. Via email, come indicato sul contratto. In questi 45 giorni ho mandato tre emails. Nessuna traccia di vita.

Avevo usato Avis molte volte all'estero per lavoro senza avere problemi. Avis e' la seconda…

Overtime Giants - 49ers

Immagine
Oggi siamo andati per brunch da Zazie in Cole Valley con Ross. Siccome Cole Valley è un bel quartiere, ci siamo poi fatti un giro a vedere le case che non ci possiamo permettere intorno alle colline di Twin Peaks (due colline che non hanno niente a che fare con la serie TV di David Lynch).

A seguire, ci siamo affrettati a casa così ho avuto il tempo di preparare gli gnocchi alla romana per cena mentre guardavo i San Francisco 49ers giocare contro i NY Giants in diretta dallo stadio di Candlestick Park.

La partita era decisiva per l'accesso al Superbowl ed è arrivata ai supplementari. Ma è finita con la vittoria dei Giants. Peccato per i 49ers.

Adesso però che il pollo (con zucchine e cipolle, glassato con vino bianco, succo di limone, miele, e un goccio di salsa di soia) è pronto, non resta che sfornare gli gnocchi e consolarsi con una cenetta da gourmet...

Anno del Dragone in arrivo

Sono in macchina con le 4 frecce davanti a un portone nel quartiere di Chinatown. Sto aspettando Jenny, che è andata a ritirare delle cose dalla sarta.

A vedere dal caos che mi circonda, direi sia abbastanza chiaro che il capodanno cinese sia imminente. Buon anno del Dragone a tutti!

Solvenza

Immagine
Oggi è un giorno importante: sono di nuovo solvente.

Estate 2008. Pensate ad un piccolo emigrante che lascia un buon lavoro per inseguire un sogno di cui pochi, in quel momento, comprendono la portata.

Chi ne capisce la portata, lo incoraggia. Ricordo ancora le parole di Tony: "Se c'è uno tra di noi che può farlo, quello sei tu". Grazie Musampa. Il piccolo emigrante riempie tre valigie e i pochi risparmi di una vita e lascia indietro tutto il resto, tanto il mondo è piccolo grazie alla tecnologia.

Fast forward di due anni. Estate 2010, dopo due anni di studi il piccolo emigrante ha accumulato uno stock di debiti che lo spaventano un po'. Deve restituire soldi alla scuola e alla famiglia.

Come studente, ha mantenuto il budget sotto controllo lavorando e procacciando borse di studio a destra e a manca. È stato giudizioso nella scelta dei finanziamenti che ha accumulato ed infatti il tasso d'interesse medio che dovrà ripagare è più basso di quello di un mutuo casa. M…