Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2011

Barba in crescita vorticosa

9 giorni senza radermi. Non ho foto da mostrare, ma vi assicuro che sono scimmiesco.

Mi sono rasato per l'ultima volta la mattina di Martedì 18 Ottobre 2011. Poi quel giorno dei colleghi mi hanno convinto a partecipare ad un simil-Movember, un'iniziativa per favorire raccolta di fondi che sponsorizzano la ricerca contro tumori maschili.

L'iniziativa, nella sua forma originale, prevede che i partecipanti si facciano crescere i baffi per tutto il mese di Novembre, ma in ufficio lasceremo che la gente faccia un po' di testa propria.

Che io ricordi, questo è il mio record personale di durata: tutte le altre volte che ho detto "provo a farmi crescere la barba", ho rinunciato tra il settimo e l'ottavo giorno. Prude tantissimo e sono più brutto da vedere del solito.

Ma in fondo in fondo, sto cominciando ad affezionarmici...

Mi sei appena passato davanti

Qualche settimana fa ho ricevuto questo SMS:

Mi sei appena passato davanti con la vostra vespa blu. Sansome and bush. Buona giornata
Ciao Matteo. Si, quel giorno lavoravo dall'ufficio di SF. Grazie per il tuo messaggio, mi hai fatto sentire a casa.

Ci vediamo un lunedì di questi a pranzo?

There's no place like 127.0.0.1

Immagine
Alle volte mi manca casa...
















(Immagine trovata su chipchick.com)

Can you eat the last peanut butter cookie?

Immagine
Un weekend di quelli buoni.
Sabato con partenza sprint: 10km di corsa in allenamento nell'Inner Richmond e nel Central Richmond, due quartieri residenziali di San Francisco pizzicati tra il Presidio e Golden Gate Park. Appena dopo la doccia, ho dato una mano al padrone di casa che cercava di far funzionare lo schermo della finestra. Poi ho cambiato la batteria ai sensori antincendio (attività fisica molto intensa). Pomeriggio dedicato a commissioni varie e preparazione di abbondante ragu.
Domenica un pizzico più riflessiva, con tempo dedicato alla lettura, un po' di wedding planning, 3km di corsa, e pulizia dell'appartamento. Nel frattempo, Jenny cucinava biscotti, costolette di maiale, brodo di pollo, pesto, e chi più ne ha più ne metta.
Ho capito che è stato veramente un buon weekend quando sono stato convocato in cucina per mangiare un biscotto al burro d'arachidi appena sfornato. Che vita!

Cosa pensano dell'Italia li da te?

Immagine
"Ma dimmi un po', cosa pensano li da te dell'Italia?"

Questa è la domanda che gli amici dall'Italia mi chiedono più di frequente.

La risposta è che secondo me da queste parti la gente non ha nessuna opinione dell'Italia d'attualità. Il Paese è troppo piccolo, la classe politica troppo corrotta, e la crescita troppo inesistente perché i giornali se ne occupino spesso.

Gli standard morali sono così diversi, che la gente qui non potrebbe capire come sia possibile che il primo ministro di un Paese industrializzato dedichi così poco tempo a guidare il Paese e così tanto tempo a organizzare attività ludiche di varia natura.

Ciò detto, è chiaro che alcuni si preoccupano se gli operatori finanziari "prevedevano un calo di almeno 100 punti base del differenziale tra titoli di stato italiani e tedeschi nel caso di un passo indietro del premier Silvio Berlusconi" (su corriere.it l'articolo completo), se Berlusconi non si dimette, e se lo spread ricomin…

La targa della vittoria

Immagine
Me ne ero quasi dimenticato, ecco la targa che ho ricevuto per aver vinto la staffetta maschile della Escape from the Rock con un gruppo di amici (con il sottoscritto in qualità di schiappa del team).

Avevo raccontato di aver preso la decisione al lavoro durante una pausa-succo-di-mango con Antonio. Qualche tempo dopo la gara, avevo pubblicato una foto del team immediatamente a fine gara (non per niente ero stravolto).

Ed ora, ecco la targa. A dir la verità, ora non so cosa farmene...

:-)

Schermo rotto ed estate indiana

Immagine
Sono ormai passate un paio di settimane da quando lo schermo della finestra del soggiorno si è fermato all'altezza del balcone.

Non ci possiamo godere il panorama dal nostro bel finestrone alto due piani, ma fino ad ora non era stato un gran problema perché c'era la "Indian summer" (le uniche due o tre settimane veramente calde dell'anno) e ci andava bene che lo schermo non si alzasse.

Ieri però è ritornata l'aria freschetta e mi piacerebbe dare un'occhiata al cielo...

Preparativi vari

Domenica mattina dedicata a colloqui via Skype con wedding planners piemontesi. Ho presentato l'anello da circa un mese e mezzo e da allora abbiamo coperto un sacco di strada.

Tante cose su cui mettersi d'accordo, tra di noi e con i familiari. Tanti dicono che sarà uno stress, ma per ora tutto procede bene. Chiamatemi poco romantico, ma pianificare un matrimonio non significa altro che gestire un progetto. Servono una visione d'insieme, obiettivi chiari, un po' di flessibilità, e un team dedicato e professionale. L'unica cosa che per ora mi pare essere di titanica difficoltà è formare la lista degli invitati... compito difficilissimo!

La data è decisa, l'angolo del mondo è stato scelto, il budget è in via di progressiva formazione, stiamo selezionando il wedding planner. Abbiamo tante idee per festeggiare con famiglia e amici di tutto il mondo.

Tolto il giorno delle nozze, ci sono tante altre cose che possiamo fare per rendere questa esperienza unica per chi ve…

Con Steve Jobs se ne va...

Steve Jobs è mancato oggi e con lui se ne vanno tante cose che hanno cambiato la nostra vita.

Non voglio essere retorico. Ne scrivo anche perché, come molti altri, sono stato colpito dalla sua personalità che ha rapito l'immaginario collettivo e che lo ha fatto diventare molto più famoso di tante persone con meriti simili. Non è stato l'unico grande creativo visionario. L'impatto sul mondo della tecnologia è indiscutibile, ma altri potrebbero averne avuto di più.

Però mancherà come individuo, perché per me era un esempio, un riferimento a cui aspirare. Se penso a lui, penso ad una persona che ha aiutato l'uomo della strada ad interagire con la tecnologia.

Indipendentemente dal successo delle sue aziende, Steve Jobs ha cambiato il mondo come lo conosciamo perché tanti ne hanno seguito la strada e hanno cercato di migliorare le proprie creazioni.

Con lui se ne va un esempio di leadership per antonomasia.

Auguri zio

4 Ottobre, San Francesco patrono d'Italia. Auguri zio Francecso!

Peccato che non potrò esserci a questa camminata.

---------------------------------------------------------------------------------

ANDUMA SPASS
PARTUMA BUNURA
CA FAGA BEL O BRUT
Vercelli, 20/08/2011 A tutti i SOCI

OGGETTO : 15/10/2011 – Levanto + Cinque Terre , la classica

Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno,
insegnali a pescare e lo nutrirai per tutta la vita. – proverbio cinese.


Ho spiegato a mio nipote cos’è il compromesso:

“Se per le vacanze tua madre vuole andare al mare e tuo padre invece in montagna, il compromesso è che si va al mare, ma il papà può portarsi gli sci”.


Per cui :

Partenza ore 3,19 (oppure 2,18 1,45 2,38 – decide Mattia) da Prarolo arrivo a Levanto, sosta al Bar dei Brutti (un bell’esame di coscienza, non facciamo soffrire troppo il tesoriere!).
Si parte per Punta Mesco – Sant’Antonio, dove è prevista breve sosta, si scende a Monterosso, dove chi vuole può fare il bagno e si pr…

Ai miei tempi non eravamo così bravi

Immagine
Questo video rimbalza sui blog che seguo. Quando si andava in piscina con i miei amici a 19 anni, il massimo dello sforzo intellettuale era giocare a pallavolo e il minimo era tuffarsi a palla di cannone. 

Guardate questi ragazzi, sono bravissimi!