Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2011

Weekend in Ohio

Immagine
Ad un certo punto all'inizio di Settembre, abbiamo visitato i genitori di Jenny in Ohio. Viaggio nei suburbs, l'America che si vede nei film.

Il centro del "paesino" in cui è cresciuta non è altro che l'incrocio tra due "stradine" a due corsie e spartitraffico. Ai quattro angoli dell'incrocio ci sono, ovviamente, 4 cose:
un prato con la torre dell'acquauna mini chiesa in legnoil parcheggio che circonda la filiale di una bancail parcheggio che circonda una farmacia No piazza del paese, no ristoranti, no bar, no selciato, nessun posto dove camminare, no case. Inizialmente, uno shock, non c'è posto in Italia che potrei usare come esempio per spiegare.
Alcuni chilometri più in la, ci sono dei centri commerciali dove finalmente ho visto esseri umani fuori da un'automobile.
Ancora più in la, c'è un parco naturale con ciclisti, corridori, e squadre di ragazzi che fanno preparazione atletica nei boschi - ok, un po' di normalità.
Visita d…

Una Domenica compleannica

Immagine
Sabato sera, buona cena slow food al Central Market di Petaluma con Kelli e Gabriele. Poi a nanna presto, perché la Domenica compleannica cominciava con la famosa 5 km di Petaluma, meglio conosciuta come "Moo Cow", nome fantastico.

Sveglia alle 6, colpo di cannone alle 7. Gara interlocutoria ma soddisfacente, chiusa in 00:23:24, sono arrivato 18esimo su 254 partecipanti. Complimenti a Rylee Bowen, ragazzina che ha corso nella categoria "F13 or under" e ha vinto in 00:18:46, buona promessa sportiva.

Per le 8:30 eravamo a casa già docciati con Kelli che infornava un souffle per il brunch.

Bella scoperta, questa Petaluma. Ad appena 45 minuti da San Francisco, mi ricorda di casa in Italia, con tanto verde, il notturno frinire dei grilli, e le fattorie del posto.

Rientrando in città, ci siamo fermati un attimo da Target a Novato a caccia di pezzi della collezione esclusiva di Missoni uscita la settimana scorsa. Poi spesa della settimana da Whole Foods, uno dei supermer…

I datteri del Ferry Building

Immagine
A Jenny piace andare al mercato della frutta e verdura del Ferry Building il Sabato mattina.

Io, potendo, eviterei: diverse bancarelle sono troppo care (baguette a $6 l'una e ciliegie da $15 al kg per me sono un insulto). E ad un certo punto il mercato è troppo affollato: residenti, turisti, e tanti tanti rimbambiti che ciondolano tra le bancarelle.

Ma a Jenny piace la varietà della scelta e ha ragione che si possono trovare verdure di prima scelta a prezzi ragionevoli, se si curiosa abbastanza tra le bancarelle.

Così ogni Sabato mattina c'è il solito tira e molla: la accompagno oppure no? Ieri ho ceduto e l'ho accompagnata. Per evitare i miei consueti grugniti, mi ha dato compiti precisi e ci siamo separati all'ingresso.

Sono andato a comprare il pane nella mia panetteria preferita, dove ho preso il pane per tutta la settimana e un croissant, poi sono andato a ricaricare la bottiglia di olio d'oliva e ho curiosato il banco dei formaggi.

Quando ci siamo ritrovati,…

Focusing is about saying no [Steve Jobs]

Immagine
Alcuni giorni fa Steve Jobs ha lasciato il proprio ruolo di CEO in Apple. Per quanto la sua uscita fosse annunciata da mesi, il mondo intero (e soprattutto il settore di consumer technology) si è fermato un attimo per commemorare le grandi cose che ci lascia.
Io ho ricordato di quando ho ricevuto il mio iPhone 3 anni fa: ero al settimo cielo.
Steve Jobs ha inventato nuove categorie di gadget, creato interi business dal nulla, rivoluzionato il modo in cui le persone interagiscono con la tecnologia, piegato le barriere del possibile per pescare nella magia.

A volte mi chiedo quali esperienze nella sua vita lo abbiano definito e reso il genio visionario ed il comunicatore carismatico che è.

Altre volte, invece di farmi domande di cui non so la risposta, semplicemente mi riguardo questo video tratto dalla WWDC del 1997, quando Jobs è rientrato in Apple e l'ha portata dall'orlo del fallimento al  successo stratosferico di questi ultimi anni.