Ho deciso: Mac è meglio di PC

[caption id="attachment_1579" align="alignleft" width="225" caption="Il Mac che mi ha fatto cambiare idea"][/caption]

Il mio primo mezzo informatico è stato un computer Olivetti su cui girava un processore Intel 80286. Ho usato PC e Windows per vent'anni.

Poi, nell'estate 2010, mi hanno messo in mano un MacBook Pro su cui gira OS X Snow Leopard (leone di montagna).

All'inizio l'ho odiato: ero costretto ad usare il mouse per ogni cosa, non c'era shortcut che funzionasse.

Un'amica mi ha detto di aver pazienza e di imparare ad usarlo con calma. Era disposta a scommettere che avrei cambiato idea.

E aveva ragione. Faccio due esempi.

Il mouse pad degli Apple è di MOLTO superiore a quello dei PC, perché sfiorandolo si possono ruotare oggetti, navigare pagine, selezionare. Tutte cose che su di un PC si fanno usando combinazioni di tasti e movimento del mouse (quindi perdendo tempo).

E vogliamo parlare della funzione di riaccensione e standby immediati? Quando amici entusiasti di Apple me ne parlavano, non riuscivo a capire, perché ero abituato ad aspettare con pazienza che il mio sistema uscisse dallo standby. Se poi il PC partiva da spento, sapevo che c'era tempo per una doccia ma credevo andasse bene così. Adesso che ho un Mac, mi chiedo quante ore della mia vita ho sprecato aspettando che il PC partisse.

Mi ci è voluto un po' per imparare ma ho deciso: Mac per me è meglio di PC. Grazie a Federica per avermi trasmesso la scintilla del suo entusiasmo per imparare una cosa nuova.
4 commenti

Post popolari in questo blog

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci

Il lato positivo e il lato preoccupante