La corsa a El Sobrante

[caption id="attachment_1317" align="alignleft" width="252" caption=""Campioni" alla San Pablo Dam, El Sobrante"][/caption]

La quiete del lago dietro le colline della East Bay sembra irreale. Due atleti che faranno la storia della gara. Socchiudono gli occhi davanti al sole che sorge, come per scrutare il percorso che li attende. Ma stanno scrutando ben altro. Uno dei due proferisce verbo:
"Oh, guarda che carina quella li"

L'altro approva e rimarca.

Ma non c'è tempo per broccolare. Gli atleti si lanciano sul percorso sterrato, ognuno nella rispettiva gara (5K e 10K), e cercano di raggiungere gli ambiziosi obiettivi che si sono posti.

Gabriele vuole arrivare prima di tutte le mamme che stanno correndo con il passeggino. Andrea vorrebbe non arrivare ultimo, ma se dovesse succedere, è pronto a simulare un infortunio. Non si scherza qui, gente che sa il fatto proprio.

Non per nulla, gli organizzatori applaudono profusamente quando i due tagliano il traguardo. Gabriele primo nella sua categoria nella 5 chilometri. Andrea secondo nella sua categoria nella 10 chilometri. Premiati dal fatto che ci fossero tante categorie e pochi corridori.

Stretching di fine gara. La signora dell'organizzazione si aggira tra gli atleti offrendo bicchierini di un liquido verde. Andrea chiede se la bevanda è alcolica, per celebrare. La signora risponde seria che è un'alga ad alto contenuto proteico, più digeribile della carne e blah blah blah. All'improvviso il pensiero va alla Patria lontana. La stessa signora in Italia avrebbe riso e probabilmente il liquido verde sarebbe stato vodka alla menta!

Complessivamente, bella giornata e bella gara. E del buon divertimento.
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci

Il lato positivo e il lato preoccupante