E vediamo com'e' 'sto mercato va

Lo scorso weekend e' stato pesante. Nel senso letterale del termine. Fare il trasloco con l'aiuto di un paio di amici ci ha spezzato la schiena.

Anche la settimana e' stata pesante. Nel senso figurato del termine. Era l'ultima settimana di stage, bisognava preparare la presentazione con l'a.d., un sacco di lavoro. E quando non lavoravo con powerpoint, stavo guardando mobili per l'appartamento via internet.

Ma questo sabato mattina, con Jenny fuori casa tutto il giorno, mi sono goduto l'appartamento ascoltando podcast di Radio Deejay e grufolando nelle scatole che non ho ancora finito di sistemare. Ora faccio un giro al mercato. Suona strano, ma viviamo a un isolato di distanza da una piazza dove fanno il mercato tutti i sabati mattina. Spero che la qualità di frutta e verdura sia almeno ragionevole...

[caption id="attachment_1207" align="alignleft" width="224" caption="Farmer's market in Fillmore"][/caption]

Update 12:51pm: Ok, il mercato non è eccezionale, ma neanche totalmente terribile. Si tratta di una dozzina di tende con poca scelta: solo una bancarella aveva qualcosa che assomigliasse a dei fagiolini e non ho trovato zucchine che fossero più piccole di mazze da baseball. Tante pesche, del resto è stagione. Come dicevo, niente di eccezionale ma comunque meglio del reparto frutta e verdura di Safeway!

Note di colore:

  • Quartetto jazz di fianco alla zona del mercato. Perché tutto deve essere intrattenimento.

  • La gente tocca frutta e verdura a mani nude, se la mette nel sacchetto (di plastica), e va a farsela pesare da fruttivendolo. Passione per il self-service? Risparmio? Di sicuro fa un po' schifo.

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci