Post

Visualizzazione dei post da 2010

Execution is everything

Ci sono stati tempi in cui pensavo che la chiave del successo (definito in termini molto vaghi) fosse avere una buona strategia. Gli anni e tanti errori da cui imparare mi hanno fatto cambiare opinione.

Da qualche tempo concordo in pieno con questa citazione di John Doerr:
[...] ideas are easy, execution is everything, and in anything worth doing, it takes a team to win. -- John Doerr
Ovvero: le idee non costano nulla, ciò che conta è l'esecuzione. Ed in tutto ciò che vale la pena fare, serve una buona squadra per vincere.

Esempio. Come si fa a correre una maratona entro il tempo desiderato? Serve un piano di allenamento. Che non ha bisogno di essere niente di speciale.

Perché sarà l'esecuzione, il lavoro duro, il sudore che faranno la differenza. Alzarsi prima dell'alba per allenarsi, uscire a correre anche se piove, nevica, o c'è un bel film in tv, fare ripetute quando si hanno le gambe già stanche.

E per farcela davvero, servono degli amici con cui allenarsi, con cu…

Torta di mele. Bruciata

Immagine
Non si può sempre vincere. E le sconfitte ci insegnano più di qualunque vittoria.

In un'altra ottica, mia nonna e mia madre dall'Italia mi avevano avvertito: ci vogliono un po' di prove prima di conoscere il proprio forno.

Ma ci sono comunque rimasto male quando ho visto che la torta era diventata nera e che il lievito non l'aveva gonfiata quanto previsto... pazienza. Una cosa alla volta.




La banda marciante più brava del mondo

Esecuzione perfetta. Lo scorso anno vivevo all'International House, un collegio della UC Berkeley attaccato allo stadio del football e mi ricordo che la banda faceva le prove quasi tutti i giorni della settimana per delle ore.

Ma questi ragazzi della University of Hawaii devono aver provato ancora più intensamente!





Buon Natale

Immagine
Tanti auguri a tutti in Italia!!

E ora scusate, devo andare a legare la carne per il roast beef...

Christmassy happy

Immagine
Abbiamo comprato una panchetta di legno su cui mettere un po' di piante e decorare l'angolo di soggiorno accanto al caminetto.

La panchetta è stata requisita per ospitare pacchi e pacchetti sotto Natale. La passione per le arti e i mestieri della Jenny è ben nota. E si è manifestata in pieno lo scorso weekend, in una febbrile felicità pre-natalizia!

Note di una insolita colazione

Immagine
Ingredienti:

Panettone delle Tre Marie. Va bene, il panettone arriva anche qui.
Crema al mascarpone. Basta seguire la ricetta, gli ingredienti si trovano facilmente.
Baguette a fette. Ci sta.
Taleggio. OK, la colazione sta diventando strana. Formaggio per colazione?
Prosciutto cotto della Citterio. Sorpresa. Jenny l'ha trovato da Costco, un supermercato all'ingrosso, famoso per vendere le cose in quantità enormi a prezzi imbattibili. Ho cercato prosciutto cotto nella Bay Area per 2 anni e mezzo, bussando senza successo alle porte di tante cosiddette gastronomie italiane. E Jenny me lo trova da Costco. Molto bene.
È stata la colazione più buona da molti mesi a questa parte..

Tiramisu PE

Immagine
Quello che vedete sono: una teglia di tiramisu da portare in ufficio per sfizio.

E un contenitore di "Tiramisu Personal Edition". Invenzione della Jenny che, senza proferire verbo, ha accostato il contenitore alla teglia mentre preparavo il prelibato dolce. Questo semplice gesto per riuscire a portarsi via una "fetta" di tiramisu mi ha fatto morire dal ridere.

Carta clonata e, pare, presto rimborsata

Immagine
Una decina di giorni fa ho scoperto di essere stato vittima di una delle frodi forse più comuni di questi tempi. Tutto è cominciato quando ho notato un addebito enorme sul conto corrente Italiano e che l'addebito corrispondeva ad una carta di credito di Unicredit.

Sorpresa perché, come tutte le altre cose Italiane e/o denominate in Euro, anche questa carta se ne sta buona buona, infilata in una busta, che è chiusa in una scatola, che è riposta sullo scaffale alto nello studio a casa. In sintesi, non la uso da molti mesi e non mi aspettavo alcun addebito. Potete immaginare l'enorme nuvola a forma di punto interrogativo sopra la mia testa.

L'estratto conto della carta ha chiarito ogni dubbio: mi avevano clonato la carta di credito e speso il massimo mensile in un giorno solo. Disappunto.

Da qui in poi, tutto secondo manuale: immediatamente bloccato la carta, inviato richiesta di rimborso con dettagli, copia dell'estratto conto, copia della carta chiaramente ancora in mio…

Totò ci ha raccontato il futuro!

Ieri il governo Italiano ha passato il voto di fiducia, come ci racconta il New York Times (sempre di grande aiuto se ho bisogno di capire i fatti).

E su YouTube ho trovato uno spezzone de "Gli onorevoli" del 1963, in cui Totò ha raccontato il futuro con precisione sorprendente. Sarà anche che l'Italia non è cambiata in 40 anni. Ma azzeccare il numero esatto di deputati che servono a salvare un governo, ha del miracoloso!!





I miserabili. Per fortuna sono lontano

Chi sa cosa è successo. Chi sa chi ha comprato chi.

Ho letto affermazioni senza logica che ho trovato aberranti. Ho letto di transazioni commerciali per convincere Onorevoli in una direzione piuttosto che in un'altra. Li chiamiamo Onorevoli perché si ipotizza rappresentino il massimo livello delle coscienze degli Italiani.

E invece, alcuni potrebbero aver preso una decisione importante per tutti gli Italiani, non ascoltando la propria coscienza o facendo quello che credevano fosse la cosa giusta. Ma seguendo direttive, facendo calcoli, vendendo il proprio voto per profitto personale.

Vero? Falso? Non lo so. Voglio pretendere che non mi interessi. Ho sbirciato i giornali occasionalmente nelle ultime settimane e ne sono rimasto disgustato.

Oggi ho pensato: che miserabili. Povera Italia. Per fortuna sono lontano. Ho una camera degli ospiti, se volete vedermi, venitemi a trovare.





Stiamo diventando sofisticati in cucina

Ieri sera cena a casa di Gabriele con una manciata di amici per salutarci prima delle partenze di chi torna in Europa per Natale.

Io e Jenny abbiamo portato gli antipasti e ci siamo scatenati per l'occasione. Abbiamo preparato una teglia di crostini con pate di funghi, due torte salate con cipolle e patate, e peperoni grigliati con filetti di acciughe e salsa verde.

A cena c'erano anche un consomme di carote all'anice e filetti di pesce al vapore con prezzemolo e germogli d'insalata su di una frittella di patate.

E diverse bottiglie di vino, una per ogni fase della cena naturalmente!

Mauro Ciarrocchi

Ho appena finito di ascoltare un podcast di Radio Chiama Italia in cui Aldo Rock ha parlato di Mauro Ciarrocchi, un triatleta bresciano che ha appena fatto l'Ironman di Cozumel (Messico).

Forse non tutti sanno che, ho velleità di diventare un triatleta amatoriale e gareggiare in un triathlon olimpico nella primavera 2011. E in questo contesto, sentire i tempi degli atleti professionisti, di colpo significa qualcosa.

So cosa vuol dire. E mi sento piccolo piccolo piccolo. Mauro Ciarrocchi ha chiuso la maratona (42 km di corso) a Cozumel in 3h 23m, dopo aver nuotato per 3.8 km ed essere andato in bici per 180km. Tra lo spaventoso e l'incredibile.

Qui sotto, il video di una vecchia puntata con Linus, Nicola, e Aldo in cui parlano dell'Ironman delle Hawaii.





Genio nella bottiglia

Spesso al pomeriggio, quando le cose si fanno più calme in ufficio, metto le cuffie e ascolto un po' di radio via internet.

Radio Montecarlo è la mia preferita quando in Italia è piena notte o l'alba comincia ad avvicinarsi. Ciò detto, l'unico pezzo di radio che mi do la pena di scaricare sul mio laptop e ascoltare regolarmente sono i podcast di Deejay Chiama Italia di Linus e Nicola!

Ma non divaghiamo. Ad un certo punto hanno passato Genie in a bottle, di Christina Aguilera. Ed ho avuto uno di quei momenti "Madeleine". La mente è volata ad una sera dell'estate del 1999. Stavo andando a fare il turno di notte in qualche casello del Novarese, probabilmente Biandrate.

Nello zainetto avevo un po' di frutta e le dispense di Campi Elettromagnetici. Esame cruciale, dovevo passarlo per venire ammesso al programma di Master con la University of Illinois.

Lancia Y blu, senza aria condizionata. Finestrini abbassati in autostrada al tramonto. A cantare Genie in a bo…

Come è cambiato il mondo in 200 anni!

Un video intrigante di un professore inglese che mostra come l'aspettativa di vita e la ricchezza individuale siano cambiate nel mondo negli ultimi 200 anni!

Grazie progresso scientifico e nuove tecnologie, vi ammiro molto.





Piero in città

Immagine
Poche settimane fa Piero era in città per partecipare ad un paio di conferenze. Non mi sembrava vero di poter uscire a cena con un compaesano che conosco da quando sono bambino!

Naturalmente, abbiamo approfittato dell'opportunità per andare a cena al Tadich Grill e chiacchierare mangiando un piatto di cioppino, ovvero una zuppa di pesce tipica di San Francisco ma ispirata alla cucina Italiana. Bella serata, conversazione piacevole e qualche novità direttamente dal paesello!

Le mie prime stelline d'America

Immagine
Stamattina ero solo a casa, Jenny era al corso di pratica per prendere la patente della moto. Pioveva a tratti e faceva freddo. Sapevo che sarebbe rientrata infreddolita e affamata.

Così le ho preparato una minestrina con brodo di pollo e stelline. Le mie prime stelline in terra d'America!

Nel frattempo ha smesso di piovere e le nuvole corrono via spinte dal vento dell'Oceano...

[caption id="attachment_1460" align="aligncenter" width="640" caption="Le nuvole che hanno ispirato le stelline se ne vanno"][/caption]

Lettera a Babbo Natale (by Ivo)

Lettera a Babbo Natale di Ivo:
Caro Babbo,quest'anno dovrei aver fatto il bravo e nella mia onesta' non ti chiedo regali esagerati o soldi ma solo una cosa: Ti prego fai fallire Trenitalia,non voglio nient'altro!Con le tue renne **** i suoi dirigenti e anche i ferrovieri più bisognosi di essere ****!!Con affetto, il tuo piccolo Ivo.

P.S.
Sta mattina treno soppresso e sta sera ritardo di 20 Min!!!
Mitico Ivo, ogni volta una sana risata!

Arnold Schwarzenegger (su gentile richiesta)

Immagine
Nel mio precedente post avevo raccontato che il mio diploma di laurea è firmato dal mitico Governator della California.

Tra l'altro, la parola "Governator" è un neologismo coniato apposta per Arnold Schwarzenegger. È la fusione tra Governor, ovvero Governatore, e Terminator, ovvero uno dei suoi personaggi più famosi.

Ma bando alle ciance. Su gentile richiesta, ecco la firma del mitico!

[caption id="attachment_1438" align="alignleft" width="630" caption="La firma del Governator"][/caption]

La cosa migliore

Sapete qual'è la cosa migliore di essersi laureati a Berkeley?

Mi è appena arrivato il diploma. Firmato dal governatore dello Stato della California ovvero Arnold Schwarzenegger. Mitico, diploma di laurea firmato da una star di Hollywood!





Domani

Domani è domenica. Mi alzerò verso le 7, ben riposato dopo 9 ore di sonno. Un biscotto e due-tre bicchieri d'acqua e uscirò per una corsetta. 10km, fino a metà Golden Gate Park e ritorno.

Poi farò provare a Jenny uno dei miei due caschi, così vediamo se le va bene per fare il corso per la patente M1 (equivalente della patente A italiana). Quando anche lei avrà la patente per la moto, penso che ci compreremo una Vespa.

Entro le 9 comincerò a cucinare il ragù alla Bolognese. Poi la besciamella. Nel primo pomeriggio farò le lasagne al forno. Userò la fontina della Valle d'Aosta, che oggi ho trovato nel nostro negozio di alimentari preferiti. A modici $40 al kg.

Mentre le lasagne cuociono, metterò su dello spezzatino brasato secondo la ricetta che mi ha mandato mia madre per email.

Poi preparerò della crema al mascarpone, che trasformerò in un gustoso dolce al cucchiaio con l'aiuto di amaretti sbriciolati.

Verso le 16 mi preparerò per uscire ed andrò a vedere un'intervista a Fe…

The best way to predict your future is to create it

Immagine
The best way to predict your future is to create it

-- Abraham Lincoln
Traduzione: il miglior modo di predire il tuo futuro è crearlo.

Non aggiungo altro.

Splendido tramonto sulle colline coperte dalle nuvole. Vicino a San Francisco

Il nostro primo pesto

Immagine
[caption id="attachment_1411" align="alignleft" width="225" caption="Foglie di basilico che aspettano di essere pestate... o frullate?"][/caption]

In cucina aleggia la fragranza delle foglie di basilico fresco appena lavate. Jenny sta per infornare delle quiche con pancetta, funghi, spinaci, cipolle, e parmigiano.

Poi sarà il mio turno di varcare la soglia della cucina e preparare pesto alla genovese per la prima volta, secondo la ricetta che ci ha mandato Emanuela per email.

Non abbiamo ancora mortaio e pestello, quindi userò il frullatore. Per il resto, c'è tutto: pinoli, olio d'oliva ligure D.O.P, basilico fresco, aglio fresco, grani di sale grosso, Parmigiano Reggiano, Pecorino Romano.

Jenny è contenta, è da quando siamo stati in Italia a Luglio che mi chiedeva di prepararle il pesto!

Il tempo se ne va

Ho letto con sorpresa una notizia dall'Italia. Pare che qualche giorno fa il Silvio nazionale abbia dichiarato di non aver mai chiesto il Lodo Alfano.

Il commento del Silvio mi ha ricordato di un momento del mio passato. In una mattina del Marzo 2008, mi trovavo nella mia stanza d'albergo a San Pietroburgo e mi stavo preparando per andare al lavoro. La televisione era sintonizzata su Rai Uno e stavo guardando un telegiornale del mattino.

In quel tempo, il centrodestra si stava dedicando ad una legge per proteggere le massime cariche dello Stato. I lavori in verità erano cominciati molto tempo prima con il Lodo Schifani. Provvedimento prioritario ed importante si diceva. Si trattava di difendere i capaci, volenterosi, ma soprattutto onesti e perseguitati leader del Paese dai nefandi tentativi di colpo di Stato perpetrati da perfidi mangiatori di bambini comunisti. Travestiti da giudici.

"Che spreco di risorse. Si mettessero a fare qualcosa di utile..." - pensai mentre sp…

Il cielo in una stanza (regali dall'Italia parte II)

Immagine
[caption id="attachment_1398" align="alignleft" width="300" caption="Il cielo in una stanza"][/caption]

Pochi giorni fa avevo scritto della visita di mia sorella qui in città. Parte prima dei suoi regali erano i biscotti.

Parte seconda il corredo. Ci ha portato abbondanza di tovaglie (su richiesta) e a sorpresa un set di lenzuola della Bassetti che luccicherebbero al buio, se solo avessimo luci abbastanza forti da caricare la cosa fluorescente.

E con questo lenzuolo che mi ricorda la magica canzone scritta da Gino Paoli, la camera da letto è completa.

L'arrivo del tappeto

Immagine
[caption id="attachment_1391" align="alignleft" width="630" caption="Entra in scena il tappeto"][/caption]

10 minuti di relax dopo pranzo, prima di uscire per le tante commissioni del fine settimana. L'ombrellone da spiaggia appoggiato al camino aspetta solo un'altra missione contro le Forze del Disordine per venire dislocato nell'armadio sul terrazzo. Jenny sul divano che guarda il finale di Heat con Robert De Niro e Al Pacino. Il tavolini da caffè ospitano pazienti la cartellina con la pila di documenti per il visto.

Il tappeto ha colori che richiamano gli oggetti che ha intorno. Dall'arancio del pavimento, al verde del divano, al nero della tv.

Un pezzo alla volta, il soggiorno prende forma...

Le chiavi del successo [TED]

Le chiavi del successo secondo Richard St. John in una presentazione su TED. TED è una no-profit che organizza conferenze di leader di pensiero, professori, professionisti e raccoglie le presentazioni sul suo sito. Il sottotitolo di TED è "Ideas worth spreading", ovvero "idee che vale la pena diffondere".

Nella presentazione, piuttosto divertente, Richard St. John discute in 3 minuti di come ottenere successo. A voler essere seri sull'argomento, ci sarebbe molto da conversare, magari sorseggiando un cocktail seduti sotto la veranda di un bar del Lago di Viverone al tramonto.

E ci sarebbe anche da fare un preambolo e definire che cos'è il successo.

Trascendendo dalla definizione di successo, devo ammettere che la sua lista si applica praticamente a tutto:

Passion. Fare qualcosa per cui abbiamo passione ed entusiasmo
Hard work. Lavorare duro.
Get good at it. Diventare esperti nella cosa in cui vogliamo avere successo
Focus on one thing. Scegli una cosa, focalizzati
P…

L'appuntamento - Ornella Vanoni

Questa sera ho scoperto con stupore che un mio collega canta volentieri in Italiano! Si chiama Babar, è nato in Kenya ma la sua famiglia ha origini Pakistane. Origini lontane, la storia della sua famiglia è peraltro piuttosto interessante e risale al colonialismo inglese.

Viene fuori che ascoltava vecchie canzoni Italiane quando viveva in Kenya parecchi anni fa. E ci siamo canticchiati un pezzo di Marina Marina di Rocco Granata!

Ma la prima canzone che ha nominato è l'Appuntamento di Ornella Vanoni (vedi video). Mitico.





L'emersione del talento

Ho letto un editoriale di Francesco Alberoni sul perché chi ha talento fa fatica ad emergere. Nell'articolo fa riferimento a famose città del passato in cui il talento fioriva invece di languire, a cominciare dall'Atene di Socrate e compagni.

Mi piace che il suo editoriale includa un po' tutti: dai veri geni a chi non sarà un genio, ma è competente o volenteroso. Dice che questi potenziali talenti faticano ad emergere se la società valorizza protezioni politiche ed apparizioni televisive - ovvero valorizza cose diverse dal fare tanto e bene. Dice che servono passione e fiducia (sia negli altri che nel futuro) altrimenti la società non riesce a sfornare nuovi talenti.

Nell'ultimo paragrafo conclude scrivendo:
[...] nel lavoro vediamo che i giovani preparati, pronti a lavorare e ad adattarsi, lo trovano. Ma con più fatica. Come fa più fatica chi ha grandi doti e si trova in un ambiente culturale che non lo aiuta e non lo capisce. Per riuscire deve avere una grande fede, un …

Tributo ai Negrita

Come racconta il buon Gabriele Scoditti nel suo blog, Giovedì sera c'erano i Negrita a San Francisco! Mi dicono che sia stato un bel concerto. E penso ci fossero tutti i giovani Italiani che vivono in città e dintorni. Peccato che mi sia scivolato tra le dita...

Visto che non ho potuto partecipare, sono andato a riascoltarmi le mie tre canzoni preferite. Spero che questo tributo vi piaccia!

















Pigrizia

Immagine
[caption id="attachment_1367" align="alignleft" width="225" caption="Pigrizia"][/caption]

Mi ci è voluto il formidabile aiuto di un pomeriggio freddo e piovoso. E uno di quei filmacci con tante attrici che parlano, piangono, parlano, piangono, parlano, piangono. Ma è successo, la Jenny si è raggomitolata sul divano e mi posso godere un Sabato pomeriggio di pigrizia!

Regali dall'Italia, parte I

Immagine
Poco tempo fa mia sorella è passata a trovarci a San Francisco e ha portato dei regali molto apprezzati. Ogni regalo merita una foto a se.

Cominciamo dalla colazione del campione: canestrelli al limone, canestrelli al cacao e caffè, biscotti di meliga. Tre tra i miei biscotti preferiti, prodotti della mia zona.

Cos'è "meliga"? È il granturco o mais. Dalle mie parti lo si chiama meliga :-)

Cos'è quella coppetta azzurra? Crema al mascarpone (avanzo di un tiramisù) e amaretti sbriciolati. Delizia.

Cos'è il poster arrotolato nero sulla destra? Un'idea di Jenny, lo abbiamo portato ad incorniciare...

[caption id="attachment_1362" align="alignleft" width="630" caption="Biscotti dall'Italia"][/caption]

Il nuovo divano funziona

Immagine
Sabato entro le 8:40 del mattino i giochi erano fatti. Abbiamo spostato il tavolo lontano dalla finestra e piazzato il divano più vicino al caminetto rispetto a prima.

Jenny mi scherza, perché ci ho già schiacciato tre lunghi pisoli durante il weekend. Mi addormento ogni volta che mi ci corico. Dal mio punto di vista, non c'è niente di male. Significa solo che il divano funziona bene!

[caption id="attachment_1358" align="alignleft" width="630" caption="Reese"][/caption]

"Take Me Out" by Atomic Tom

Ho appena trovato questo video sul blog Bits del New York Times. É la performance degli Atomic Tom su uno dei treni della metropolitana di New York. Per suonare hanno usato 4 iPhone con applicazioni varie (chitarra, batteria, ecc) e devo dire che il risultato non è niente male.

Tra l'altro il loro video mi ricorda di una volta, saranno 15 anni fa, quando con alcuni amici cantammo accompagnati da una chitarra per le strade di Lyon di ritorno da Taizé. Con il ricavato comprammo l'acqua per il viaggio di ritorno e forse un panino a testa!





Our first rosemary

Immagine
[caption id="attachment_1347" align="alignleft" width="300" caption="La prima ricetta cucinata con il nostro rosmarino"][/caption]

Sottocosce di pollo al limone e rosmarino. Contorno di  cavolfiori e broccoli al forno. Non ero io ai fornelli, tutto quello che ho fatto è stato preparare due coppette di gelato al pistacchio.

La notizia è che le piantine di rosmarino, salvia, e timo sono sopravvissute alle nostre cure e sembrano essere rigogliose e floride a sufficienza da poter essere usate in cucina!

Good bye old couch

Immagine
[caption id="attachment_1343" align="aligncenter" width="630" caption="Ultima foto del vecchio divano"][/caption]

Questa è l'ultima foto del nostro soggiorno con il vecchio divano. I trasportatori hanno appena chiamato, in pochi minuti saranno sotto casa.

Sabato mattina, una vecchia puntata di friends in playback, le piantine di salvia, timo, e rosmarino se la passano bene nel vaso sul balcone (sulla destra), i tavolini da caffè aspettano impazienti l'arrivo del nuovo inquilino.

Il cielo ieri mattina

Immagine
[caption id="attachment_1339" align="alignleft" width="630" caption="Il cielo da casa ieri mattina"][/caption]

Foto imperfetta (purtroppo si vedono i riflessi delle luci del soggiorno in centro ed in alto a destra) eppure per me bellissima. A sinistra, il cielo rosso ad est prima dell'alba. Alte in cielo, le nuvole con un lato rosso. Sulla destra, dietro il condominio rosa, spuntano gli alberi di Alamo Square. Diritto davanti, la chiesa del Sacro Cuore su Fell e Fillmore.

Lavatrice rotta

Immagine
[caption id="attachment_1332" align="alignleft" width="300" caption="Misione lavaggio lenzuola"][/caption]

Per quanto i produttori scrivano "heavy duty" dappertutto, diciamolo, gli elettrodomestici americani sono dei catorci. Grossi, ingombranti, e progettati per essere brutti. Pesanti per dare l'impressione che siano davvero "heavy duty". Rumorosi per far capire che stanno davvero facendo il loro lavoro. Scandalosamente facili da rompere.

Mi mancano le lavatrici europee, più compatte, leggere, silenziose e, almeno in base alla mia esperienza, più affidabili.

Ma veniamo al dunque di questo piccolo episodio di vita. La lavatrice a casa perde acqua, il proprietario temporeggia e, per evitare danni permanenti al pavimento in legno, abbiamo smesso di usarla.

Stamattina, ore 7:40, sono già al lavoro e approfitto della lavanderia gentilmente messa a disposizione per i dipendenti. Travaso le lenzuola in due carichi e rivolgo lo stom…

Operazione re-potting

Immagine
[caption id="attachment_1327" align="alignleft" width="300" caption="Vaso spaziale"][/caption]

Ieri mattina, al termine della videoconferenza con l'Europa di primissimo mattino, mi sono dedicato a 5 minuti di giardinaggio e ho cambiato vaso alla pianta che mi sono portato in ufficio.

L'operazione è durata pochi minuti, giù nel cortile tra gli edifici. Un paio di cani sono venuti a curiosare e sono corsi via richiamati dai proprietari. L'azienda è "dog friendly", ovvero chi ha cani può portarli al lavoro.

La foto in controluce non rende, ma il vaso ha una forma irregolare, insolita. Ha uno stile vagamente stravagante che me lo rende molto caro.

La corsa a El Sobrante

Immagine
[caption id="attachment_1317" align="alignleft" width="252" caption=""Campioni" alla San Pablo Dam, El Sobrante"][/caption]

La quiete del lago dietro le colline della East Bay sembra irreale. Due atleti che faranno la storia della gara. Socchiudono gli occhi davanti al sole che sorge, come per scrutare il percorso che li attende. Ma stanno scrutando ben altro. Uno dei due proferisce verbo:
"Oh, guarda che carina quella li"
L'altro approva e rimarca.

Ma non c'è tempo per broccolare. Gli atleti si lanciano sul percorso sterrato, ognuno nella rispettiva gara (5K e 10K), e cercano di raggiungere gli ambiziosi obiettivi che si sono posti.

Gabriele vuole arrivare prima di tutte le mamme che stanno correndo con il passeggino. Andrea vorrebbe non arrivare ultimo, ma se dovesse succedere, è pronto a simulare un infortunio. Non si scherza qui, gente che sa il fatto proprio.

Non per nulla, gli organizzatori applaudono profusamente qua…

Come diventare felici (un modo per)

Video trovato sul blog di Linus, l'ho trovato toccante.





La mia prima puzzola!

Immagine
[caption id="attachment_1305" align="alignleft" width="225" caption="La mia prima puzzola a distanza ravvicinata"][/caption]

Stavamo tranquillamente andando a cena, quand'ecco che questa arrabbiatissima puzzola ci ha attraversato la strada! Dotato di provvidenziale macchina fotografica, sono riuscito a farle una foto.

In questo momento, era appena rientrata sul marciapiede spaventata da una macchina di passaggio sulla 16th strada.

Ma che bella è?

Cenare in navetta: addominali estremi?

Immagine
[caption id="attachment_1300" align="alignleft" width="300" caption="Sottocosce di pollo al limone, verdure, tè verde"][/caption]

Spegni il laptop alle 19 e qualcosa, la giornata è stata lunga ma appagante. Apri la cassettiera sotto la scrivania e peschi la roba della palestra che tieni strategicamente in ufficio, così non devi portare niente avanti e indietro. Scarpe, calze, pantaloncini, e una maglietta pulita. Il cronografo è sempre al polso.

Percorri i 70 metri che ti separano dalla palestra, ti alleni con intensità perché sai che è tutta salute. Ti pesi, e scopri che l'emergenza "Michelin" è rientrata: sono bastate alcune settimane di razioni normali invece che abbondanti e un po' di esercizio. Molto bene.

Ti cambi, fai pit-stop in mensa per caricare cena e sali sulla navetta in attesa. Ti siedi ad uno dei tavolini, per essere più comodo a mangiare. A quest'ora (orami siamo oltre le 20:30) non c'è molta gente a bordo.

Weekend a Princeton

Immagine
[caption id="attachment_1283" align="alignleft" width="300" caption="Princeton, Campus"][/caption]

Siamo stati a Princeton, New Jersey, per il matrimonio di un'amica di Jenny. Cose da raccontare:

Il volo, esperienza da dimenticare. Continental è un disastro e il volo San Francisco-Newark fatto con loro diventa interminabile. La prossima volta potrei essere disposto a pagare la differenza e volare con Virgin America, che è molto meglio.
Il matrimonio era diviso in due cerimonie. Matrimonio Cattolico per la famiglia di lui, di origini Messicane e Brasiliane. Matrimonio Jain per la famiglia di lei, di origini Indiane.
Il matrimonio cattolico è stato celebrato nella cattedrale dell'università di Princeton. Suggestivo.
Il campus è molto bello, certi scorci sembrano una cartolina.
Siccome avevamo la Domenica mattina libera, ho convinto Jenny a portarmi a Philadelphia, che si trova ad appena un'ora di auto. Abbiamo fatto una gita come si fa alle …

Operazione "Guest Room"

Immagine
[caption id="attachment_1288" align="alignleft" width="300" caption="Foto dal campo di battaglia"][/caption]

Ieri sera sono cominciate le operazioni di allestimento della camera degli ospiti. Le Forze del Bene hanno coordinato un attacco a sorpresa contro le Forze del Disordine che prevedeva il raggiungimento di molteplici obiettivi.

Fonti vicine alla leadership ci dicono che  "spostare il tavolino bianco in quell'angolo lì" e "mettere la cassettiera lungo quel muro là" erano passi fondamentali per centare l'obiettivo principale, ovvero "montare il letto".

Secondo il resoconto della battaglia, due scatole sono state fatte prigioniere al grido di "queste le sistemiamo nei prossimi giorni, le porto vicino al mio armadio". L'ombrellone da spiaggia é stato inserito in un percorso di rieducazione e pare verrà presto dislocato nell'armadio della terrazza.

Le Forze del Bene si sono ritirate esauste e …

Season 6 of "It's always sunny in Philadelphia" is coming!

La mia serie TV preferita ricomincia Giovedì sul canale FX! Aspettavo la sesta stagione di It's always sunny in Philadelphia da qualche tempo e non vedo l'ora di gustarmi il primo episodio, che sembra MOLTO promettente!

Non è un telefilm per tutti e alcuni non lo trovano divertente affatto. Ad esempio, temo che Jenny lo odi... È politicamente scorrettissimo, irriverente, razzista, demenziale, surreale. Chiunque siano gli autori, sono dei geni.

Alla fine è una questione di personalità e gusti. C'è chi si coccola nel comfort di Friends e Sex & the City a molti anni dall'ultima serie. E chi si tuffa nelle acque scure dell'ironia più provocante! Ma bando alle ciance, adesso mi riguardo il promo della stagione su Youtube.





House price bubble

If you can read English, I would recommend taking a look at this article about house prices. It was written in the far away 2005 and I found it interesting and insightful.

Se l'inglese non è il vostro forte, installate un'estensione gratuita sul vostro browser per le traduzioni dall'inglese all'italiano e leggete questo articolo. È stato scritto nel 2005 quindi non è affatto nuovo, ma è molto attuale.

In modo chiaro e diretto, spiega come stimare il prezzo approssimativo che ci si può permettere per l'acquisto di una casa. E in modo altrettanto chiaro e diretto, mostra quanto astronomici e fuori controllo fossero i prezzi delle case in alcune città degli Stati Uniti nel lontano 2005. Quanti campanelli d'allarme che non abbiamo ascoltato!

Sul valore di un'educazione

Immagine
Le radici della cultura sono amare, ma i frutti sono dolci. --Aristotele
Jenny è uscita per delle commissioni, dopo aver cucinato due teglie di mini-quiche che userà durante la settimana. Io le sto preparando del ragù, che sobbolle deliziosamente aromatico in questa assolata mattina di metà settembre a San Francisco. Leggendo il mio blog di macroeconomia preferito, Calculated Risk, mi sono appena imbattuto in un post che mi ha fatto pensare per un attimo.

L'articolo commenta due grafici che mostrano la retribuzione ed il livello di disoccupazione della forza lavoro statunitense, dividendo la popolazione a seconda del titolo di studio conseguito. I numeri mi hanno genuinamente colpito. Chi ha un "professional degree" (avvocati, architetti, ingegneri, dottori, ecc) guadagna mediamente circa tre volte di più di chi ha il diploma di scuola superiore -- e onestamente la differenza è già enorme. Ma il numero shockante per me è il tasso di disoccupazione.

Il tasso di disoccupazion…

Parisian Love

C'è una serie di video chiamato "search stories" che ho sempre trovato carini. Sono video che raccontano episodi di vita tramite le ricerche che facciamo su internet. Alcuni sono creati da Google, altri sono creati dagli utenti. Adesso che è arrivato Instant (leggi su Corriere della Sera, Reuters, Mondo Informatico, Affari Italiani)  e non bisogna più premere il bottone "cerca", il mio video preferito diventa un po' obsoleto.

Ma io continuerò a guardarmelo, lo trovo così commovente!





Come so che Miles e' arrivato

Immagine
[caption id="attachment_1243" align="alignleft" width="186" caption="Miles è stato qui"][/caption]

Non tutti sanno che... divido l'ufficio con un mio ex compagno di corso.

Il suo nome è Miles. Americano ma nato da una famiglia di Taiwan, non mi è ancora chiaro quante lingue parla, sono andato al suo matrimonio in New Jersey un paio di mesi fa, e se mai mi capitasse di giocare a Trivial Pursuit, lo vorrei nella mia squadra.

La coincidenza è impressionante: non solo lavoriamo per la stessa azienda e per lo stesso gruppo, ma dividiamo l'ufficio! Per l'invidia per tutti gli altri compagni di corso che non hanno avuto questa fortuna.

Come faccio a sapere se Miles è arrivato mentre io ero magari in un altro meeting di primissima mattina?

Semplice. Se c'è un intenso aroma di the nell'ufficio ed una tazza non bevuta, significa che è passato di qui. Poi è  andato a qualche meeting dimenticandosi la tazza sulla scrivania :-)

Molto bene, nel …

Anche io motociclista

Beh, almeno sulla carta! Lo scorso weekend ho seguito un corso che mi esenta dal dare l'esame di pratica alla motorizzazione Californiana. Siccome ho fatto l'esame di teoria alcuni mesi fa, sono veramente ad un passo dal prendere la patente M1. Il corso era nel parcheggio di una scuola a South San Francisco, città che, nomen omen, si trova a sud di San Francisco.

Ricordo gli esordi tanti anni fa, con un Peugeot 103. Era uno di quei motorini a pedali, tipo il Ciao... già allora apparteneva ad un'altra epoca.  Qualche anno dopo usai per qualche tempo una Vespa 150 LX, con cambio sul manubrio e mitico pedale per il freno posteriore. Una volta in possesso di patente B e auto, smisi i panni di centauro e non ci pensai più per molti anni.

Fino a quando, approdato sulle sponde orientali del Pacifico con tre valigie di cartone e pochi dollari in tasca, cominciai ad andare in giro con un Honda Elite 50 del 1986. Al primo problema meccanico, scoprii che avere un motorino d'epo…

Il divano che non c'è

Immagine
[caption id="attachment_1223" align="alignleft" width="300" caption="Sagoma del divano"][/caption]

Ci siamo trasferiti a San Francisco da circa tre settimane e siamo da allora stati impegnati in febbrili attività per arredare gli spazi. Estenuanti negoziazioni tra di noi si sono alternate ad entusiasmanti momenti al raggiungimento di un accordo.

La cucina è praticamente completa: ieri con qualche difficoltà ho installato la rastrelliera per le padelle e adesso non resta che acquistare qualche piatto di scorta.

La zona notte non è messa male: il mio guardaroba è completo dopo giorni di lavoro, tra qualche giorno arriva il letto e non resta che scegliere una cassettiera.

Il soggiorno invece è ancora definire. Solo tre pezzi sono già acquisiti: il tavolino da caffè Eclipse di Design Within Reach, il mobile della tv ereditato dal vecchio appartamento, e un tavolo con sedie in teak che abbiamo comprato usato.

Ieri non sono riusciti a consegnarci il divan…

Primi giorni in Google

Scrivo questo post dalla navetta che mi riporta a casa a San Francisco. Scrivo dal mio nuovo MacBook, a cui sto cercando di abituarmi dopo un'intera vita passata a pacioccare con i PC.

Oggi era il mio terzo giorno di lavoro. Sto facendo tantissimo training e questa mattina sono stato presentato al team in cui lavorerò. È da ieri che cerco di leggere la montagna di materiale ed informazione che ci hanno dato all'orientamento lunedì e credo che ci vorranno un paio abbondante di settimane. Tutto è ben organizzato, fila liscio. E se non fila liscio, la soluzione è a portata di mano.

Non voglio diventare tedioso in merito a quante cose belle ha da offrire Google, ma vi garantisco che si va molto al di là della famosissima mensa gratis. A proposito, questa mattina ho fatto colazione con salmone affumicato, un uovo sodo, un paio di mini-croissant (cioccolata e albicocca), un paio di bocconi di ananas, e una fetta di pane e Nutella. Ebbene si, Nutella :-)

Il training che sto seguendo pro…

Turisti Italiani a San Francisco

Immagine
[caption id="attachment_1215" align="alignleft" width="224" caption="Crissy Field, San Francisco"][/caption]

Questi sono giorni in cui imbattersi in turisti Italiani in visita è più facile del solito.

Stamattina abbiamo fatto una passeggiata in Alamo Square per aiutarmi a recuperare le energie e la lucidità prima di cucinare un lauto pranzetto domenicale (e ferragostano). Recupero resosi necessario dopo l'epico sabato sera al DNA Lounge con alcuni amici Italiani.

Ed ecco che, nel mezzo di un fresco Agosto Nord-Californiano, passeggiando per Alamo Square ho notato diverse coppiette di Italiani che facevano foto al panorama. Facili da riconoscere: attenzione nel vestire, dettagli, eleganza. Può sembrare un commento sciocco o superficiale, ma gli Italiani sono sempre i più facili da individuare.

Un paio di giorni fa, ho avvistato una coppia ignara a passeggio per il Tenderloin, uno dei quartieri più malfamati e pericolosi della città. Una sciagurat…

E vediamo com'e' 'sto mercato va

Immagine
Lo scorso weekend e' stato pesante. Nel senso letterale del termine. Fare il trasloco con l'aiuto di un paio di amici ci ha spezzato la schiena.

Anche la settimana e' stata pesante. Nel senso figurato del termine. Era l'ultima settimana di stage, bisognava preparare la presentazione con l'a.d., un sacco di lavoro. E quando non lavoravo con powerpoint, stavo guardando mobili per l'appartamento via internet.

Ma questo sabato mattina, con Jenny fuori casa tutto il giorno, mi sono goduto l'appartamento ascoltando podcast di Radio Deejay e grufolando nelle scatole che non ho ancora finito di sistemare. Ora faccio un giro al mercato. Suona strano, ma viviamo a un isolato di distanza da una piazza dove fanno il mercato tutti i sabati mattina. Spero che la qualità di frutta e verdura sia almeno ragionevole...

[caption id="attachment_1207" align="alignleft" width="224" caption="Farmer's market in Fillmore"][/caption]

Update 12…

Ritorni, ripartenze, e tante tante scatole

Immagine
[caption id="attachment_1197" align="alignleft" width="224" caption="Scatole scatole scatole... trasloco che fatica..."][/caption]

Siamo tornati dall'Italia Lunedì sera, dopo viaggio della speranza - volo su Atlanta in ritardo, coincidenze perse, tempeste estive... Dal mio punto di vista, era solo il destino che voleva farmi provare il pollo fritto di Chick-fil-A, una catena che in California non si trova ma che naturalmente ha un ristorante nell'aeroporto di Atlanta, GA.

Poche ore di riposo e via, ricomincia la vita di questa estate. Io facendo uno stage quindi sono ripartito a lavorare in quarta (cercando di combattere lo stordimento causato dal jet-lag) e Jenny si è rimessa ad inscatolare tutto quello che è a portata di mano.

Questa sera abbiamo ricevuto le chiavi di casa e scaricato le prime scatole. Momento storico.

Domani mattina, secondo giro, abbiamo appena finito di riempire il baule. Domani sera, terzo giro con l'aiuto di Gabri…

House hunting is over

Immagine
[caption id="attachment_1191" align="alignleft" width="224" caption="Il soggiorno di quel che sara' il nostro appa"][/caption]

Alea iacta est. Dopo laboriosa ricerca e oculata valutazione di numerosi candidati, abbiamo scelto l'appartamento in San Francisco.

Si tratta di un appartamento piuttosto spazioso, in stile loft, con due camere da letto, due bagni, cucina in una stanza separata e così via.  Avremo anche un terrazzo privato e il proprietario ci lascerà in dote i mobili da giardino.

Il quartiere non è male, anche se non il migliore in città.  Avrò circa 10 minuti a piedi per andare a prendere la navetta che mi porterà al lavoro, il che sembra ragionevole.

Passo dopo passo, stiamo organizzando quella che sarà la vita dopo l'MBA.  Tutti i pezzi del puzzle sembrano andare al proprio posto, quindi non ci possiamo proprio lamentare.

Per chi si chiedesse come abbiamo scelto il posto, posso dire che, oltre alla "questione di feeling&q…

Couch to Tri

Immagine
[caption id="attachment_1188" align="alignleft" width="300" caption="Andrea, Bernie, Antonio ad inizio gara"][/caption]

Sabato ho gareggiato nel triathlon in staffetta di Treasure Island.  Ne avevo parlato in un paio di occasioni (http://wp.me/pBJYN-gYhttp://wp.me/pBJYN-iu) e il giorno della gara è arrivato in un battibaleno.

Il nome del team era "Couch to Tri", ovvero "dal divano al triathlon".  Ci siamo piazzati secondi tra i venti concorrenti della staffetta, con ottima performance del nostro ciclista Bernie (USA), primo tra gli staffettisti.

Ottimo lavoro anche di Antonio (Venezuela), il suo ottavo posto tra gli staffettisti non rende giustizia alla qualità della performance.

Il mio tempo è stato così così, quarto tra gli staffettisti e più lento rispetto all'obiettivo per cui mi ero allenato. Le gambe erano pesanti e anche se a un certo punto ho preso il ritmo, non sono riuscito a recuperare i minuti persi all'ini…

Spagna campione del mondo - ci vediamo a Rio

Immagine
L'inizio di questa World Cup è stata un'agonia.  Vedere le partite dell'Italia mi creava una tale sensazione di disagio che forse venire eliminati è stato il male minore.

Dopo l'eliminazione, CHIUNQUE incontrassi mi chiedeva cosa fosse successo, neanche fossi io l'allenatore...  Ma almeno mi sono potuto godere le partite di professionisti che non scendono in campo per risparmiare le energie, pensando alla prossima partita.  Chi mi conosce bene sa che uno spicchio della mia filosofia di vita ruota intorno a questa citazione di Gattaca, uno dei miei film preferiti:
Vincent: You want to know how I did it? This is how I did it, Anton: I never saved anything for the swim back
Dare tutto adesso, perché potrebbe non esserci una prossima partita.  Dare tutto adesso, perché alle volte non vince il più bravo sulla carta, ma chi mette più cuore e impegno sul campo.

Ciò detto, Domenica mi sono goduto la finale Spagna-Olanda con un gruppo di amici, prevalentemente Latino Americani.…

Jenny-isms

Immagine
La ricerca di un appartamento può essere stressante, specialmente se al tavolo siedono due persone determinate con preferenze e necessità molto differenti.  Per fortuna, con un atteggiamento costruttivo la scelta diventa di fatto una trattativa, una negoziazione a cui si applicano tutte le regole che ti insegnano... per dire... in business school.

E' quello che sta accadendo in questi giorni di ricerca.  Ad essere onesto, non ho molto tempo per visitare nuovi posti siccome sto lavorando part-time.  Ma ci pensa Jenny, che passa le giornate spulciando gli annunci su Craigslist.  E quando andiamo a vedere un posto nuovo, abbiamo sempre a portata di mano il nostro "Apartment score card", una tabellina con tutti gli attributi che riteniamo importanti per almeno uno dei due.

Ma la ricerca di un appartamento non è solo tecnica e metodo.  C'è una componente umana, la passione per certe cose, la voglia di divertirsi.  Questo blog è la mia campana, di seguito scrivo due frasi di…

Novita varie

Immagine
[caption id="" align="alignleft" width="276" caption="Google Doodle - Italy Day"][/caption]

Oggi, 4 Luglio 2010, festa dell'Indipendenza negli Stati Uniti, riporto una breve carrellata di novità.  La prima e più importante per me è che ho trovato lavoro.  Circa tre settimane fa ho ricevuto un'offerta da Google e ho accettato volentieri.

Chiunque abbia un computer ha sentito parlare di Google.  Il prodotto più famoso è la ricerca su internet.  Ma Google offre molto più di questo.  Gmail, Picasa, News, Blogspot, Maps, Youtube, language tools, Android, Docs, Finance, Scholar, Sites, Groups, Reader, sono solo alcuni dei circa 100 prodotti che la famosa azienda di Mountain View, CA mette a disposizione degli internauti.

I risultati finanziari dell'azienda sono solidi se non impressionanti, la creatività e la capacità di innovare dei Googlers sono indiscusse se non stimate dai più.  Che mi resta da dire?  Che sono felice ed eccitato di lancia…

Porsi degli obiettivi difficili da raggiungere

Immagine
[caption id="attachment_1141" align="alignleft" width="300" caption="Grand Teton Park, Wyoming"][/caption]

Ok, spero di non passare per fanatico, ma credo che sia una cosa importante.  Nella vita bisogna provare a fare cose che ci sembrano impossibili - o quantomeno molto difficili.

All'inizio dell'impresa, c'è l'incertezza e la voglia di mettercela tutta per riuscirci.  Alla fine ci può essere eccitazione e sensazione di trionfo.  Oppure sconforto se no ce la si è fatta.

In ogni caso, c'è la soddisfazione di averci almeno provato e la consapevolezza di conoscere un po' meglio i propri limiti.

Per fare un esempio, lo scorso weekend ero in Wyoming per il matrimonio di un'amica di Jenny.  Racconterò del viaggio e del matrimonio magari in un altro post.  In questo post vorrei raccontare della corsa forse più bella che io mi ricordi.  Ne batte molte altre, ai piedi delle Alpi o attraverso il Golden Gate Bridge.

Circa 18km, da …

Siamo nati per imparare..

A proposito di imparare, questa e' la prima volta che provo a usare il mio blog quasi come se fosse Twitter.  Devo ancora capire se (e come) posso mettere dei link nel titolo dei miei post.  Credo di no...

Ecco un articolo di un blog del New York Times che riassume i recenti risultati della ricerca in merito all'impatto che il web ha sui nostri cervelli e su come, a quanto mi pare di capire, siamo nati per imparare...  Interessante

La "tradizionale" corsa del Golden Gate Bridge con Alberto

Immagine
[caption id="attachment_1135" align="alignleft" width="224" caption="Mercoledi 16 Giugno 2010 - Golden Gate Bridge"][/caption]

Questa settimana Alberto era in città per una conferenza come la primavera scorsa.

Lunedì abbiamo mangiato pesce al Tadich Grill.  Martedì siamo andati ad una festa del French Tuesday, uno spicchio di vita sociale di San Francisco altrimenti nascosto a chi è di passaggio.

E mercoledì pomeriggio ci siamo fatti una bella corsetta, come la primavera scorsa.  Siamo partiti dal centro di San Francisco e ci siamo guadagnati la strada schivando i turisti lungo l’Embarcadero.

Poi siamo sopravvissuti alla salita che porta a Fort Mason, abbiamo scrutato da distante i windsurfers e i kitesurfers che veleggiano al largo della Marina Green, e abbiamo vinto il vento contrario lungo le spiaggie del Crissy Field.

Il tutto con splendido sole sul viso e Golden Gate Bridge sempre più vicino ed imponente.  Abbiamo goduto della vista spettacolare…

L’inizio di una giornata emotivamente critica

Immagine
[caption id="attachment_1128" align="alignleft" width="300" caption="Powerbar Energize mentre controllo le email "][/caption]

La Nazionale gioca la prima partita della World Cup alle 11:30 questa mattina (PDT, Pacific Daylight Time).  Il collegamento televisivo di ESPN sara’ alle 11:00 e non voglio perdermelo per godermi l’ingresso delle squadre, l’inno, il lancio della moneta.  Ah, e voglio mandare un sms a Ivo prima del fischio d’inizio.

Verranno alcuni amici a casa per vedere la partita con me e Jenny.

Ci sono diverse cose da fare prima delle 11.  Mi sono svegliato alle 6:30 per mangiare qualcosa e bere un po’ d’acqua.  Ora finisco questo post  e torno a dormire mezz’oretta.

Alle 7:30, corsa.  L’allenamento del lunedì prevede 12km di corsa lenta e una decina di allunghi da 100m.

Ritorno in bus e doccia per scrostare polvere e sudore.  Poi andrò a comprare la pancetta - spaghetti alla carbonara per tutti alla fine della partita.  Per allora i miei …

South Africa 2010... Serrate i ranghi!

Immagine
[caption id="attachment_1117" align="alignleft" width="300" caption="9 Luglio 2006"][/caption]

Un amico ha gentilmente accettato di contribuire al mio blog.  Di seguito, l'email di convocazione per i Mondiali 2010 che ha mandato al giro di amici.

Questa email lascia il segno grazie alla narrativa fresca e vibrante, il linguaggio potente e diretto, e una creatività che solo i geni ospitano sotto il cappello.

Di Ivano Di Conca:

Signori/e,

Come potete vedere dalla foto di quei bei momenti del 09/07/2006 quando i nostri ragazzi alzarono la Coppa al cielo di Berlino, ne è passato di tempo!!! A distanza di ben 4 anni la nostra Patria, la nostra Nazione ha di nuovo bisogno di NOI!!!

Purtroppo quella tana che la Cabala battezzò tempio sacro e che ci portò al trionfo non esiste più!! Ma la Cabala non ci abbandona mai!!!

Nella sera del 14 Ottobre 2009 ci trovammo per vedere Italia-Cipro, partita sulla carta comoda come ***** usato come poggia piedi e che inv…

Profumo di soffritto

Immagine
[caption id="attachment_1111" align="alignleft" width="300" caption="Il piacere di annusare prezzemolo tritato"][/caption]

In queste settimane, complici il tempo libero e le richieste di Jenny, ho cominciato ad esplorare nuovi confini nel mio orizzonte culinario.

Se la ricetta che cerco non è nel libro blu che mi ha passato mia madre, mi affido al sito Giallo Zafferano che, rispetto ad altri siti, ha il pregio di mostrare le foto nei vari passaggi e di usare aggettivi ed avverbi che aiutano a qualificare le azioni richieste (differenza tra "tagliare le verdure" e "tritare finemente le verdure").

E così mi sono avventurato con il tiramisù (ormai ben calibrato dopo un paio di tentativi), le meringhe, la zuppa di farro, la zuppa di patate e porri, il ragù alla bolognese,  i saltimbocca alla romana, le polpette al sugo.  E ho ricominciato a comprare erbe aromatiche che non finivano nel carrello della spesa da molto tempo.

Ah che piac…

12km + 10 sprints x 100m = faticaccia

Immagine
[caption id="attachment_1103" align="alignleft" width="300" caption="Cassetta della posta, sole, e alberi"][/caption]

Tarda mattinata, sole caldo, cielo azzurro.  E' il Memorial Day, gli Stati Uniti sono fermi per la celebrare i propri caduti.

Io ho indossato le mie scarpette ed inaugurato l'ultima fase di preparazione per il 10k che correrò a Treasure Island a Luglio.  Da adesso in poi correrò 4 volte alla settimana, alternando corsa lenta, ripetute, allunghi e così via.

Oggi avevo in programma 12km di corsa lenta e 10 allunghi in progressione da 100m.  Mi sono sempre piaciuti gli allenamenti in corsa lenta, si adattano così bene al mio carattere.  Mi piace costruire le cose un mattone alla volta.

Sono sceso lungo Prince St - che diventa 67th St ad un certo punto, ho corso lungo la riva del laghetto dove si fa sci nautico, sono risalito lungo Hopkins, e ho girato in Oxford per arrivare al Goldman Field, lo stadio con pista di atletica della…

Lunch with Ob

Immagine
[caption id="attachment_1099" align="alignleft" width="224" caption="Caffè Tesora da Phil.."][/caption]

Venerdì ho pranzato con Ob nel cuore del Gourmet Ghetto (il quartiere dove in teoria si mangia bene) di Berkeley.  Ci siamo scassati una crepe da Crepevine, poi abbiamo provato il caffè da Philz e ci siamo salutati, con lei che andava a fare le valigie e io a vendere alcuni libri di testi.  Questa potrebbe essere stata l'ultima volta che pranzavamo insieme per qualche tempo.

Io ed Ob siamo stati vicini sin dall'inizio: compagni di armadietto per due anni, abbiamo scelto di lavorare insieme per diversi progetti (ricordo Operations, International Marketing, Consumer Behavior). Per un'incredibile coincidenza, abbiamo anche fatto l'internship estiva per la stessa azienda dall'altra parte del mondo, in India.  Abbiamo mangiato, viaggiato, vissuto mille avventure insieme per due mesi.

Insieme a pochi altri, e' una delle persone …

Goodbye I-House, un saluto a tutti

Immagine
[caption id="attachment_1089" align="alignleft" width="300" caption="Meritata pausa a fine pranzo, 5 minuti di sole"][/caption]

Domenica ho fatto check-out all'I-House.  È stato più veloce ed indolore di quanto mi fossi immaginato. Magari anche perché l'edificio era già praticamente deserto.

Ho svegliato Giulia per darle un abbraccio. Lei continuerà a vivere lì durante l'estate e a studiare TANTISSIMO per andare avanti con il Master in Financial Engineering.  Ho anche incontrato per caso Davide, che tornerà presto in Italia e gli faccio i migliori auguri per le prossime sfide.

Purtroppo, non sono riuscito ad incontrare la maggior parte degli amici incontrati durante la primavera, erano già tutti partiti.

Per raccontarvi questa storia, non avevo foto di Pierluigi seduto in Great Hall che prepara compiti difficilissimi per i suoi studenti, Marina che fa prove di canto e si chiede perché non canta di professione, Momen che prova le frasi ch…

A new hope

Caro diario,

Non ti ho scritto per qualche giorno perché sono sempre li che macino qualcosa di nuovo e resta poco tempo per raccontare cosa succede.

Oggi ho passato il pomeriggio a impacchettare e preparare il trasloco dall'International House.  Dopo la graduation, questo è un altro importante capitolo della mia vita a Berkeley che si chiude.  Domattina andrò con Jenny a prendere valigie e scatole.  Tutto è pronto per il check-out.

Qualche ora prima, ero stato a casa di Daniele a San Francisco per vedere la finale di Champions League.  Ha vinto l'Inter, vittoria storica.  Fa sempre piacere vedere squadre Italiane avere successo.

Ora, ala fine di questa lunga  e produttiva giornata, mi sto rilassando sul divano guardando Star Wars: Episode IV - A New Hope. Mi ricordo di quando nel '99, per celebrare l'uscita dell'Episodio I, avevo fatto una maratona di Star Wars a casa di Valerio.  Quanti anni sono passati!  Quante cose sono cambiate!

A proposito di hopes, la settimana a…