Lunga vita al mio iPhone

Questa sera andremo a cena al “The Only Place”, ovvero “L’Unico Posto”. Non lo hanno chiamato così per caso. Pare che sia uno dei pochissimi posti in Bangalore dove si possa mangiare carne di bovino. E l’unico dove la stessa venga cucinata in maniera decente.

Ho promesso di pagare cena a Kimberly, che ieri sera ha maneggiato il mio iPhone e lo ha sbloccato, rendendolo funzionante in qualunque posto del mondo. Ho immediatamente dismesso il telefono che avevo comprato in campus e ho ricominciato a usare il mio telefono preferito di sempre.

In merito al telefonino comprato in campus, mi sento di muovere una critica al modo in cui gli indiani spesso gestiscono il proprio business. Ritengo questo episodio particolarmente rappresentativo e portabandiera della moltitudine di episodi simili accaduti negli ultimi due mesi.

Si dice che un indiano non ti dira' mai di no. Quindi a domanda esplicita: "questo telefono funzionera' se vado fuori dall'India?"

La risposta, con scuotimento di testa tipico indiano, sara': "Yes sir, yes sir"

Poi vado a Singapore, e il telefono non funziona. E pensare che se mi avessero detto di no, avrei chiesto di avere un modello piu' caro che non fosse bloccato.

E cosi', fiducia a zero. Adesso la mia regola e' di non credere ad una parola di un indiano che cerca di vendermi qualcosa.

Ma torniamo a Kim. Sono cosi' contento che mi abbia rimesso in funzione l'iPhone!

E, mentre maneggiava, mi sono sentito cosi' tecnologicamente ignorante!!! Non mi accadeva da tempo di sentirmi cosi' indietro. E che sia stata una ragazza poi!

Ma sul fatto che la tecnologa fosse una ragazza, fa meno impressione, perche' e' americana. Kim studia filosofia, ma lavora all'helpdesk della sua universita'. Dice che cosi' si paga meta' delle tasse universitarie.

Iniziativa, determinazione, intelligenza e flessibilita' intellettuale. E un pizzico di follia.

Sia quel che sia, stamattina la sveglia ha suonato con la sigla di Magnum PI e io mi sono alzato con l'energia di chi sta per farsi una nuotata nell'Oceano Pacifico. Lunga vita al mio iPhone!
1 commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci