L'ultimo monsone

Il mio stage in India e' finito, sono appena rientrato dall'ufficio per l'ultima volta, passeggiando sotto la consueta pioggia monsonica del pomeriggio. E' stato carino vedere tutti gli indianini aspettare che la pioggia passasse negli atrii degli edifici del campus.

Io la pioggia la prendevo volentieri, perche' sembrava quasi liberatoria e in ogni caso 2 minuti dopo sono arrivato alla guest house e ho potuto cambiarmi...

Mi sembra incredibile che 2 mesi fa io sia arrivato in India senza sapere un'h del tema di cui dovevo occuparmi, mentre ieri, ho presentato e difeso i miei punti con confidenza, come se sapessi davvero di cosa stavo parlando!

Altrettanto incredibile pensare che 2 mesi fa non sapessi assolutamente nulla dell'India. Ma veramente niente. Adesso non posso chiamarmi un esperto, ma dopo tutti questi viaggi nei weekend e uscite in citta' durante la settimana, ho almeno cominciato a capire la gestualita' degli indigeni..

Infine, a fine Maggio non conoscevo nessuna delle persone che ho incontrato sulla mia strada qui in India. Parra' banale o scontato, ma ho vissuto esperienze eccezionali e avro' un bel ricordo, un segno diciamo. Se non ci credete, basta guardare facebook!
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci