Dove sto andando

Ho passato una Domenica notte offuscata da inquetudini e pensieri. Sono sicuro di sapere dove sto andando?

Magari ho soltanto avuto un weekend troppo intenso di feste alla fashion week di Bangalore. Open bar e ore piccole stancano non solo il fisico, ma anche l'anima.

Un'email da scuola mi ha ricordato che nel mio futuro prossimo iniziera' una hiring season (ovvero sara' tempo di cercare un lavoro).

Una tigre entra ed esce dalla gabbia del leone. E, una volta uscita, da una zampata quando il leone non se lo aspetta. Come dice un amico, alle volte il leone farebbe bene a tenere la gabbia chiusa.

Poi tanti amici stagisti sono partiti nel weekend e altri partiranno stasera. Abbiamo condiviso tante avventure belle e brutte in giro per l'India e adesso saremo sparpagliati ai 4 angoli del mondo, rivedro' le persone piu' care? Forse.

Non bastasse, prima di dormire ho guardato "Santa Maradona". Storia di formazione del protagonista, che stimola la voglia di domandarsi sulle scelte del passato e sulle prospettive per il futuro.

Se il senso di inquietudine non e' tra i piu' piacevoli, devo ammettere che non mi dispiace troppo. Chiedersi, domandarsi, valutare, pensare, anche quando si fatica a focalizzare il tema che ci tiene svegli, dimostra che stiamo crescendo. Siamo in un territorio che e' per qualche motivo sconosciuto e stiamo esplorando nuove dimensioni.

Il risultato non puo' che essere positivo.
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci