Telefonate mancate

<-- davanti al Bear's Lair, il pub del campus

Lo so, non ho fatto alcune telefonate prima di partire per l'India... nel frattempo pero' ho smontato, impacchettato e trasportato i mobili al mio deposito.

E in questo ho aderito ad un'altra delle tradizioni radicate nella cultura di questo Paese: il trasloco.

Ho affittato un "truck" della U-Haul, ovvero un camioncino per i traslochi di questa azienda il cui nome significa sostanzialmente "tu trasporti".

Ho affittato un cubicolo in un deposito di quelli che si vedono nei film, in cui puntualmente gli investigatori trovano qualcosa di orrificante, o le coppie in crisi ritrovano i ricordi che li avevano uniti, o i trafficanti si spendono in sparatorie all'ultimo proiettile.

In maniera molto meno eccitante, ho lasciato le impronte digitali, firmato una pila di moduli e comprato il lucchetto (che non era incluso nel prezzo). Ho poi mollato li' mobili smontati e scatoloni, e sottoposto il mio operato al giudizio di Bastian (Germania).

Bastian faceva l'architetto prima di venire alla UC Berkeley. L'approccio professionale e l'impronta della cultura teutonica lo rendono un giudice particolarmente severo nella gestione degli spazi.

Per fortuna, ha valutato sufficiente lo spazio che gli ho lasciato e abbiamo concordato di dividere il cubicolo, il che comportera' un discreto risparmio di $ alla fine dell'estate.

Oggi mi sono anche procurato dei libri sul Banking (la struttura e l'organizzazione del sistema bancario internazionale dovrebbe diverntare il mio pane nei prossimi due mesi) in modo da aver qualcosa da leggere in aereo domani.

Uscendo dalla libreria dove ho comprato una guida turistica dell'India spessa un palmo di mano, sono passato davanti al Bear's Lair. Ho dato un'occhiata alla clientela rumorosa come sempre e sono andato a tagliare i capelli e liberare l'armadietto negli spogliatoi della palestra.

Sono proprio in partenza... e il viaggio che mi aspetta e' lungo... vi terro' aggiornati!
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci

Il lato positivo e il lato preoccupante