Pasqua 2009


Domenica pomeriggio a studiare in una biblioteca semideserta. Sole caldo e aria fresca fuori, come di consueto. Domani ci sara' ogni tipo di consegna: Strategy, Leadership, Risk Management. Piu' incontri con i grupi di studio di International Marketing, Ethics, ecc.

Io e Gabriele ci chiediamo se siamo gli unici a lavorare cosi' duro questo weekend. Probabilmente no...

Lavorare tanto si, ma... ieri sera siamo andati a ballare al Supper Club! Serata a tema: gold. C'era gente in costume come se fosse Carnevale. Piu' ci vivo e piu' mi faccio questa idea: se mi chiedessero di descrivere San Francisco con una parola, direi "travestimento".

Torniamo al mio pomeriggio in biblioteca, cosi' credete che io sia una persona seria.

Prima ho attraversato il cortile per andare al mio armadietto e ho incrociato Glodine, con il suo coniglio gigante vecchio di 8 anni. L'aveva portato a scuola per fare delle foto nelle aiuole della cortile.

Ho faticato a trattenere le risate. Foto di rito mentre sfamo il roditore con dell'uvetta. Sciocche domande per sapere se gli stava facendo le ultime foto prima di cuocerlo in umido per celebrare la Pasqua. Tra me e me ho pensato che queste persone che hanno lavorato a Wall Street sono rimaste strane anche dopo aver lasciato Manhattan...

Ho fatto pausa pranzo lunga e sono tornato a casa, dove Jose' aveva organizzato una grigliata con la comunita' Brasiliana e Portoghese. Oltre a compagni dell'MBA e partners, c'erano persone di altri dipartimenti o qui per i motivi piu' vari: semplicemente studiare inglese, insegnare portoghese alla UC Berkeley, ecc.

Bruno ha portato la fajoada (o come scrive) cucinata da sua madre in visita per qualche giorno e abbiamo immaginato che potesse averla cucinata Lan (non ha senso).

C'era anche Melissa, che di Brasiliano non avrebbe niente, non fosse che e' una campionessa di ballo di Capoeira (ci sono veramente persone di tutti i tipi in questa classe MBA).

Mi hanno lasciato 10 minuti a seguire la carne e non ho fatto un buon lavoro... in compenso ho conosciuto tutte le persone a portata di forchettone.

In questo momento in Italia sono le 2:30 del mattino, qui e' ancora la Domenica di Pasqua. Io e Gabriele studiamo ognuno le sue cose, dividendo un pacchetto di baci che ho portato da Alice nelle vacanze di Natale.

Sorprendetemente sono ancora buoni... mi sembra...
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Run a mile in her shoes

Paure sui mercati

Linus che dice arrivederci